Woodpecker, la storica discoteca di Milano Marittima presto rivedrà la luce

L'amministrazione comunale ha pubblicato il bando per riqualificare e rigenerare il Woodpecker, la discoteca abbandonata da diversi anni e che recentemente è stata utilizzata per alcuni eventi di rilievo

La storica discoteca di Milano Marittima che dagli anni '60 ha fatto ballare più di una generazione sotto la sua cupola in vetroresina sta per rivedere la luce. L'amministrazione comunale ha pubblicato il bando per riqualificare e rigenerare il Woodpecker, la discoteca abbandonata da diversi anni e che recentemente è stata utilizzata per alcuni eventi di rilievo.

Il laboratorio partecipativo “Qui è ora”, che ha coinvolto i cittadini, ha sottolineato la necessità e l’opportunità di valorizzare il Woodpecker quale luogo multifunzionale e centro di esperienza dedicato all’espressione musicale, alla pratica artistica, allo svago culturale e all’incontro informale attraverso un palinsesto annuale di attività, iniziative ed eventi articolati in concerti e spettacoli, mostre ed esposizioni, degustazioni e tipicità, laboratori creativi, percorsi e natura.

Il bando è formulato col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base degli elementi di valutazione delle offerte, che dovranno essere presentate entro il 26 giugno. Il sopralluogo è obbligatorio e dovrà avvenire entro il 12 giugno, mentre i quesiti dovranno pervenire entro il 15 giugno. Potranno partecipare alla gara gli operatori economici con un’esperienza di almeno 3 anni anche non continuativi, nel quinquennio antecedente la pubblicazione del bando di gara, con riferimento alle attività che si intendono esercitare all’interno dell’immobile ed essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge per l’esercizio di dette attività. La concessione avrà una durata di 9 anni e potrà essere rinnovata per ulteriori 6 anni su richiesta fatta del concessionario.

Il concessionario dovrà corrispondere un canone annuo non soggetto ad Iva (al quale andrà aggiunto l’adeguamento Istat a decorrere dalla seconda annualità contrattuale) di 1.000 euro per la prima annualità, 2.000 per la seconda annualità e 3.000 per la terza annualità e successive. Sarà sua cura provvedere ad allestire l’immobile con arredi, attrezzature e quant’altro occorra per renderlo idoneo all’utilizzo e dovrà iniziare gli interventi previsti entro 3 mesi dal rilascio delle autorizzazioni, concludendoli entro 12 mesi dalla data di avvio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Woodpecker è un luogo di grande rilevanza della nostra storia turistica degli anni ‘60, che vogliamo riportare in vita e restituire pienamente alla città attualizzandone le funzioni - commentano il sindaco Luca Coffari e l’assessore allo sviluppo economico Rossella Fabbri - Abbiamo già iniziato a renderlo fruibile con alcune mostre fotografiche e laboratori di arti visive e iniziative dedicate alla musica sperimentale, curate dal collettivo Magma. Tuttavia il nostro obiettivo è fare in modo che questa straordinaria struttura diventi permanentemente un vero e proprio parco della musica e delle arti. Un parco moderno dove si potrà ascoltare musica, ma anche vivere la dimensione delle arti in generale, dal cinema, alle esposizioni, agli spettacoli. Un polo culturale moderno che avrà anche la possibilità di ospitare il pubblico per cene, aperitivi e degustazioni tutto l'anno. La rinascita di questo luogo è inserita in un più ampio progetto di strategie e progetti di sviluppo per Milano Marittima, dalla zona Bassona, alla pineta, al golf, tennis e centro congressi, per costruire “paesaggi diffusi della vacanza”, in cui il vivere bene e la qualità della vita rappresentano il futuro della nostra comunità e del nostro turismo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

Torna su
RavennaToday è in caricamento