Vespa samurai dalla primavera in campo per contrastare la cimice asiatica

La lotta alla cimice asiatica prosegue su più fronti. L'immissione in campo dell'antagonista naturale dell'insetto asiatico è prevista in primavera

La lotta alla cimice asiatica prosegue su più fronti. Se dal punto di vista politico-istituzionale Coldiretti Ravenna registra con piacere una solidarietà totale, concreta e priva di colori politici da parte delle forze politiche e delle istituzioni locali – nelle ultime ore infatti, dopo quello dell'Unione della Bassa Romagna, anche il Consiglio della Romagna Faentina e quello del Comune di Brisighella hanno approvato un ordine del giorno a sostegno dei produttori (atto di supporto politico atteso a brevissimo anche da parte dei consessi di Russi e Ravenna), dal lato della ricerca è giunta in queste ore la conferma dell'attivazione della procedura di allevamento della vespa samurai. 

L'immissione in campo dell'antagonista naturale dell'insetto asiatico è prevista in primavera. “Finalmente c'è una buona notizia – spiega il Direttore Coldiretti Ravenna Assuero Zampini – le procedure di lancio si sono semplificate dato che la vespa è già stata individuata in libertà nel territorio di Modena, dove si è insediata autonomamente e pertanto non è più soggetta alla classificazione di insetto alieno che ne rallentava l'iter burocratico e in particolare la concessione del via libera da parte del ministero dell’Ambiente e della Salute. La politica locale nel frattempo continua a dimostrare grande sensibilità schierandosi al fianco degli agricoltori e di un comparto, quello frutticolo, che senza il sostegno delle istituzioni – locali e nazionali - rischia davvero il tracollo, con tutte le ricadute occupazionali e sociali del caso".

"Apprezziamo quanto stanno facendo i Comuni del Ravennate approvando l'adesione al documento elaborato dal Tavolo Verde al fine di contrastare l'emergenza cimice – afferma il Presidente Nicola Dalmonte – è importante, infatti, che gli enti locali sollecitino la Regione a tutelare il più possibile il settore con azioni incisive, a partire, ad esempio, dall'utilizzo dei fondi Psr sinora non spesi per risarcire i produttori danneggiati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

  • Travolto da un'auto mentre attraversa la strada: anziano in condizioni gravissime

  • Il cuore batte all'impazzata, salvato dallo smartwatch: scoperta una tachicardia ventricolare

Torna su
RavennaToday è in caricamento