menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

2021 anno di rilancio per il turismo: il programma di Visit Romagna

Un anno decisivo per l’atteso rilancio, un anno di grandi sfide per il turismo della Romagna. Il 2021 si annuncia in questo modo

Un anno decisivo per l’atteso rilancio, un anno di grandi sfide per il turismo della Romagna. Il 2021 si annuncia in questo modo. Forte dell’importante riconoscimento a livello mondiale appena ricevuto dalla Lonely Planet che ha incoronato la Romagna, unica realtà italiana, Best in Travel 2021 per ‘Le Vie di Dante’, l’assemblea dei soci di Visit Romagna martedì ha approvato il Programma annuale delle attività turistiche 2021. La piattaforma condivisa ha l’obiettivo di rilanciare la strategia industriale del turismo in Romagna, messa duramente alla prova dall’emergenza pandemica che ha letteralmente squassato le dinamiche turistiche mondiali. Ciò attraverso azioni e protocolli di sicurezza, risorse e progetti di promo-commercializzazione tesi a mantenere saldo il rapporto con il mercato interno, quello con l’area dach (di lingua tedesca), i mercati di prossimità compreso il mercato francese.

Il programma è frutto della proposta del consiglio d'amministrazione e della cabina di regia degli operatori privati. Visit Romagna vede riuniti 58 soci pubblici, comuni, unioni di comuni e province e si avvale dell’apporto progettuale degli operatori privati rappresentati dalla Cabina di Regia. All’ordine del giorno del consiglio di amministrazione e assemblea dell’ente pubblico presieduto dal sindaco di Rimini, Andrea Gnassi e coordinatore della promozione turistica delle province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini sono state presentate le linee strategiche e programmatiche per l’anno 2021, il programma di promo-commercializzazione, il programma turistico di promozione locale riuniti nel programma annuale delle attività turistiche 2021, nonché l’approvazione delle quote dei soci, e delle quote dei soggetti privati aderenti al programma.

Sempre nella cornice di una programmazione triennale dettata dalle linee strategiche della Regione Emilia Romagna, e di Apt Emilia Romagna, Visit Romagna prosegue anche per l’anno 2021 nella direzione della sua principale mission: il superamento di logiche distinte di promozione dei territori e di commercializzazione dei prodotti; una sempre maggiore sinergia tra le azioni e gli strumenti di promozione pubblica e la progettualità degli operatori privati, con l’obiettivo di valorizzare le azioni di sistema; coinvolgere un numero sempre maggiore di stakeholder qualificati; trasformare le eccellenze e le peculiarità territoriali in prodotti turistici, posizionabili sul mercato della domanda, innovativi, accessibili, sostenibili e mai come in questo momento storico sicuri e “slow”.  

“In uno scenario di pandemia mondiale che ha condizionato il 2020 e continuerà sicuramente a condizionare buona parte del 2021 - afferma Gnassi - si deve agire con consapevolezza, utilizzando tutti gli strumenti, i protocolli, le strategie per trasmettere un messaggio di Romagna sicura, organizzata e capace garantire una vacanza ricca di eventi e opportunità da vivere in tutta sicurezza, sia al mare che in collina, nei borghi e nelle città d’arte. La campagna estiva che ha promosso la Romagna come terra del sorriso degli Italiani è stato un grande banco di prova, in cui abbiamo affermato la nostra volontà di “esserci”, di andare avanti, se pur convivendo con questo nuovo scenario, e ha dimostrato che le grandi sfide si vincono con strategie condivise e unitarie. Per questo, assieme ad Apt, appena lo scenario lo consentirà lanceremo una nuova importante campagna pubblicitaria sui media e tv nazionali per promuovere la Romagna, una terra che ha un cuore balneare e allo stesso tempo è pura arte e natura. Lo faremo, come sempre, al fianco dei territori e degli operatori turistici, perché se c’è una cosa che abbiamo imparato dalla pandemia è che solo insieme possiamo vincere le sfide”.

La promozione 2021 si avvale di un investimento complessivo che supera i 6 milioni di euro. La parte più cospicua – 3.231.000 euro - è destinata al programma turistico di promozione locale, lo strumento di programmazione che ha lo scopo di sostenere i Comuni nelle attività di informazione e accoglienza, attraverso la gestione degli uffici Iat e Uit e nella programmazione di  iniziative di animazione e intrattenimento turistico, nonché  di promozione locale. 2.862.500 euro sono le risorse destinate ai progetti promo-commercializzazione che, con l’apporto della progettualità dei privati, mirano ad affermare e promuovere i principali prodotti tradizionali e di quelli innovativi.

Si investirà soprattutto sui grandi progetti capaci di legare tutti i territori della Romagna: la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Le Vie di Dante, i centenari dedicati a Federico Fellini, Tonino Guerra, Pellegrino Artusi i cui festeggiamenti sono stati condizionati dall’emergenza sanitaria nel 2020, troveranno nuovi spazi di comunicazione e nuova linfa, perché al di là delle celebrazioni, sono il simbolo e il cuore della nostra cultura, una cultura e una storia conosciuta in tutto il mondo. La campagna media che insieme ad Apt Emilia Romagna si sta lanciando con il testimonial Stefano Accorsi ne è la conferma.

Tra i progetti 2021 è confermato anche il coordinamento dei grandi eventi strategici e di sistema di Visit Romagna, nonché di quelli sportivi, un comparto che già nel 2020, grazie agli importanti appuntamenti come il Giro d’Italia e i Campionati mondiali di ciclismo, ha attirato un grande interesse da parte delle federazioni sportive per il nostro territorio e la sua organizzazione.   Ancora, si punterà sul prodotto natura, parchi e itinerari, vie e cammini, che insieme al prodotto mare godono di ampi spazi e si prestano a modalità di fruizione in tutta sicurezza. Si andranno a percorrere anche quelle progettualità trasversali già avviate, legate ad una fruizione attenta, sostenibile e plastic free del nostro prodotto turistico.

Gli appuntamenti fieristici e congressuali del primo semestre 2021 saranno ancora organizzati per lo più in maniera digitale, mentre nella seconda metà dell’anno si auspica un ritorno agli eventi in presenza. Approvati dal Consiglio di Amministrazione a seguire dell’Assemblea dei soci il bando di accesso ai finanziamenti per i progetti di accoglienza, animazione e promozione locale per l’anno 2021 (Ptpl 2021) rivolto ai soggetti pubblici rispetto al sostegno degli ambiti di Informazione ed accoglienza turistica, animazione e promozione locale e l’Avviso pubblico per l’adesione dei privati al Programma di promo-commercializzazione 2021 che ha l’obiettivo di saldare la relazione con gli operatori privati, attraverso un filo diretto, attuare le azioni di promo-commercializzazione sui mercati italiani ed esteri, quali ad esempio workshop, fiere, eventi promozionali organizzati da Visit Romagna. Le scadenze previste per la presentazione dell’adesione al Programma di promo-commercializzazione 2021 sono il 30 novembre 2020 per chi vuole accedere ai finanziamenti regionali nel campo della promo-commercializzazione turistica e il 31 dicembre 2020 per tutti gli altri, entrambi pubblicati sul sito istituzionale dell’Ente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento