menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abolizione province, Casadio: "Nessuna guerra"

"Il costo complessivo delle province per la spesa pubblica dello Stato non supera il 2%. Di questo restano le spese per i dipendenti, quelle per la manutenzione delle strade, degli edifici scolastici e di tutte le altre funzioni"

“Il costo complessivo delle province per la spesa pubblica dello Stato non supera il 2%. Di questo restano le spese per i dipendenti, quelle per la manutenzione delle strade, degli edifici scolastici e di tutte le altre funzioni”, così commenta il presidente della Provincia di Ravenna, Claudio Casadio, il disegno di legge che prevede l'eliminazione delle province, tranne quelle autonome di Trento e Bolzano e il trasferimento delle relative funzioni alle Città metropolitane.

“Quello che dovrebbe essere un ridisegnamento dello Stato – ribadisce Casadio – sta prendendo una deriva demagogica e populista. Il ragionamento ci sta, non c'è nulla di immutabile, le istituzioni non sono precostituite rispetto alle comunità, ma è un ragionamento che è stato fatto in modo approssimativo, ad esempio sul trasferimento del personale e delle funzioni”.

Nessuna battaglia. “Credo sia giusto non scendere in trincea – conclude – ma dare il proprio contributo affinchè il meccanismo funzioni, questo permetterà certamente di portare avanti il ragionamento di Area Vasta”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento