menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme trivelle: "A rischio migliaia di posti di lavoro e i due miliardi di Eni"

"C'è forte preoccupazione", conferma l'assessore alle Attività produttive Massimo Cameliani, rispondendo martedì pomeriggio in Consiglio comunale al question time del Pd

Governo e maggioranza, e in particolare gli esponenti romagnoli, "ascoltino il grido d'allarme" di industriali e sindacati in merito al possibile emendamento idrocarburi. Che "mette a rischio" per Ravenna due miliardi di euro di investimenti da parte di Eni. "C'è forte preoccupazione", conferma l'assessore alle Attività produttive Massimo Cameliani, rispondendo martedì pomeriggio in Consiglio comunale al question time del consigliere del Partito democratico, Lorenzo Margotti.

Il distretto energetico offshore della città dei mosaici vede coinvolti 650 dipendenti diretti, di cui 400 residenti; 1.900 nell'indotto diretto; 1.500 indiretti. Dunque "migliaia di lavoratori rischiano l'occupazione a seguito di questo provvedimento" che prevede un "effetto deleterio sulle nuove attività esplorative oltre le 12 miglia; sulla sostenibilità economica delle piccole concessioni a causa dell'aumento dei canoni". Inoltre va in "direzione contraria" alle direttive europee sulla transizione energetica alle politiche dell'amministrazione comunale, seguite dalla Regione. Dunque, ribadisce Cameliani, il Governo "ascolti l'enorme preoccupazione del territorio", sancita anche da Confindustria Romagna e dai sindacati. (fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento