menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bolkestein, Confesercenti: "Una risposta importante che dà un po' di certezza ai balneari"

Così Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba, il sindacato dei balneari di Confesercenti, commenta l’intesa raggiunta in Senato che proroga per 15 anni l’esclusione della direttiva Bolkestein al comparto balneare

“E’ una risposta importante che offre un po’ di certezza alla categoria”. Così Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba, il sindacato dei balneari di Confesercenti, commenta l’intesa raggiunta in Senato che proroga per 15 anni l’esclusione della direttiva Bolkestein al comparto balneare. “Fiba Confesercenti - prosegue Rustignoli - ha seguito attentamente il percorso in questi anni ed esprime soddisfazione per l’impegno dimostrato dal Governo e, in prima linea, dal ministro Centinaio nei confronti del settore balneare. Ora è indispensabile, come sottolineato dallo stesso ministro, una legge di riordino complessiva del comparto. Ringraziamo tutte le Forze politiche parlamentari che stanno collaborando nell’interesse degli imprenditori balneari italiani. Ci riserviamo - conclude il presidente - di analizzare la norma, insieme alle altre associazioni di categoria, per esprimere una valutazione definitiva”.

“Bene l’intesa sulla proroga per 15 anni delle concessioni balneari, ma perché il Governo non l’ha inserita in una legge specifica, per affrontare e risolvere una volta per tutte anche le altre questioni che riguardano queste imprese? Il problema va preso di petto, nella sua globalità, e ciascuno deve fare la propria parte. Noi, come Regione, apriremo un bando da 25 milioni di euro per sostenere gli investimenti degli operatori della filiera turistica”. E’ quanto afferma Andrea Corsini, assessore regionale al Turismo, commentando l’intesa raggiunta in Senato. “E’ un classico - spiega Corsini - si tampona l’emergenza senza però aggredire il problema in modo strutturale. E’ da quattro anni che sosteniamo la necessità di approvare una riforma organica del settore. Che parte, naturalmente, dalla proroga o da un periodo transitorio di lunga durata. Ma non voler affrontare il tema con una legge quadro, ma solo con un emendamento generalizzato, vuol dire non affrontare altre questioni fondamentali per la categoria”.

Secondo l’assessore regionale al Turismo, “non si può non affrontare il tema, ad esempio, del nuovo calcolo per determinare i canoni, oppure non occuparsi del riconoscimento del valore economico dell’impresa balneare. Oppure, ancora, non affrontare il tema dell’abbattimento degli assurdi e spropositati canoni pagati dai pertinenziali, che bisogna concordare con l’Europa. Stiamo attenti - ammonisce Corsini - perché a ricorrere a pericolose scorciatoie senza affrontare l’insieme dei problemi nel modo corretto si corre il rischio di portare il nostro Paese a subire una pericolosa procedura di infrazione da parte della Ue, che implicherebbe una salatissima sanzione economica. Che pagherebbero ancora una volta i cittadini italiani. Noi, come Regione stiamo facendo la nostra parte e siamo pronti a sostenere gli investimenti degli operatori balneari nell’ambito del prossimo bando per le imprese della filiera turistica, che è finanziato con 25 milioni di euro. Ma bisogna che il Governo, dopo l’approvazione dell’emendamento di proroga, si metta in testa di approvare rapidamente la legge quadro di riordino del settore, così come hanno fatto da tempo diversi paesi europei, per dare finalmente certezza definitiva ad un settore fondamentale per l’economia turistica nazionale”.

“Pieno sostegno politico all’iniziativa del Ministro Gian Marco Centinaio sulla direttiva Bolkestein, che presenta una prima soluzione in favore del comparto balneare - conclude soddisfatto il sindaco Michele de Pascale - Si tratta di un settore economico importantissimo per il nostro territorio, costituito da imprese e imprenditori che esigono risposte certe e definitive che consentano loro di programmare le attività e fare gli investimenti necessari. Non entro nel merito della soluzione tecnica, sono certo che sia idonea alle normative e che sia stata studiata al fine di garantire la tenuta del provvedimento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento