Economia Faenza

Una tradizione tramandata dal 1955: targa di "Bottega Storica" per una macelleria

L’attività di macelleria e salumeria del centro storico di Faenza, nella zona di Porta Montanara, al civico 59/B di Corso Matteotti, in precedenza Corso Domizia, fu aperta nel 1954 da Mario Solaroli

"L'Antica Macelleria Bandini" di Faenza ha ottenuto il marchio di "Bottega Storica dell’Emilia-Romagna". La consegna della targa al titolare Domenico Montanari è stata effettuata mercoledì pomeriggio, in concomitanza con l’inaugurazione dei nuovi locali ampliati e riammodernati, dal sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, dal presidente Confcommercio Ascom Faenza, Paolo Caroli, dal èresidente del Sindacato Esercenti Macellerie, Maurizio Emiliani e dal direttore Francesco Carugati.

LA STORIA - L’attività di macelleria e salumeria del centro storico di Faenza, nella zona di Porta Montanara, al civico 59/B di Corso Matteotti, in precedenza Corso Domizia, fu aperta nel 1954 da Mario Solaroli che l’anno successivo la cedette a Vincenzo Bandini con atto del notaio Sciuto. Bandini Vincenzo, classe 1906, gestì la macelleria fino al 31 dicembre 1987 per poi lasciarne interamente la gestione al figlio Vito, classe 1941. Quest'ultimo portò avanti la tradizione della macelleria con annesso laboratorio di lavorazione carni fino al 15 settembre 2001 per poi passarla in affitto d’azienda alla società "Antica Macelleria Bandini Sas" di Roberto Donigaglia, poi trasformatasi in "Antica Macelleria Bandini Snc" di Roberto Donigaglia e Domenico Montanari. Quest'ultimo il 25 ottobre 2007 ha definitivamente acquistato l’azienda con atto notarile del notaio Giovanni De Pasquale, fino ad arrivare all’attuale gestione di "Antica macelleria Bandini" di Domenico Montanari e Fabio Albonetti.

continua nella pagina successiva ===> LA TRADIZIONE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tradizione tramandata dal 1955: targa di "Bottega Storica" per una macelleria

RavennaToday è in caricamento