rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Economia

Caro benzina, gli autotrasportatori ravennati: "Prezzi insostenibili, il Governo intervenga urgentemente"

Il Cuar si fa portavoce del "disagio degli imprenditori del trasporto della nostra provincia e auspica un immediato intervento del Governo con misure specifiche per il comparto, per calmierare i prezzi del carburante e permettere all’autotrasporto di viaggiare con i giusti margini di dignità del lavoro"

Il Comitato Unitario dell’autotrasporto della provincia di Ravenna - composto da Fita-Cna, Confartigianato Trasporti, Legacoop e Confcooperative - è fortemente preoccupato "per il continuo aumento del prezzo dei carburanti che sta annullando gli effetti del taglio delle accise con pesanti e quotidiane ricadute sulla marginalità, operatività e programmazione delle imprese del comparto. Il settore dell’autotrasporto, che è ancora in attesa della procedura tecnica per fruire delle risorse stanziate nel primo trimestre dell’anno, necessita di ulteriori interventi, sostanziali e strutturati, come potrebbe essere un tetto massimo del prezzo dei carburanti, e di agevolazioni specifiche per il comparto, evitando il serio rischio che la categoria si blocchi per l’impossibilità di continuare a garantire i servizi di trasporto - spiegano dal comitato - È necessario inoltre, e lo chiediamo come sistema di rappresentanza, come “parte sociale”, che venga alzato il velo sul meccanismo che lega il costo del barile di petrolio al prezzo al litro di gasolio, e che il Governo vigili ed eviti ogni genere di speculazione sia sui carburanti che sulle materie prime, che impoveriscono la società ed il cui rischio è la deflagrazione sociale. Il prezzo del gasolio definito in modo trasparente o fissato per legge permette di definire le tariffe del trasporto in modo corretto ed a vantaggio di tutta la filiera logistica".

Il Cuar si fa portavoce del "disagio degli imprenditori del trasporto della nostra provincia e auspica un immediato intervento del Governo con misure specifiche per il comparto, per calmierare i prezzi del carburante e permettere all’autotrasporto di viaggiare con i giusti margini di dignità del lavoro, evidenziando bene che la capacità di trasportare e consegnare le merci è un pilastro imprescindibile del nostro sistema produttivo che contribuisce alla pace e coesione del Paese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro benzina, gli autotrasportatori ravennati: "Prezzi insostenibili, il Governo intervenga urgentemente"

RavennaToday è in caricamento