rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Economia

Caro energia, l'allarme degli agricoltori: "Grande incertezza, non riusciamo a coprire neanche i costi di produzione"

Benetti lancia un nuovo appello alle istituzioni preposte affinché “continuino a lavorare per assicurare un futuro a un settore di fondamentale importanza per l’economia provinciale e regionale"

“Tra i produttori agricoli del ravennate c’è molta preoccupazione per la grande incertezza legata al futuro e per le numerose incognite che rischiano di minare la sopravvivenza di tantissime imprese agricole, che sono strette nella morsa tra i rincari record dei fattori produttivi e delle tariffe energetiche e tra remunerazioni che non bastano nemmeno a coprire i costi di produzione”. A lanciare l'allarme è il presidente della Copagri Ravenna Alberto Benetti, che continua: "Vediamo il sistema produttivo locale peggiorare di giorno in giorno a causa del razionamento energetico, del marcato innalzamento dei prezzi delle fonti fossili di energia e dell’elettricità, delle materie prime, soprattutto di quelle alimentari, e dei conseguenti impatti sull’inflazione in un contesto in cui l’Italia risulta essere già molto provata e alle prese con l’ennesima crisi di governo”.

Benetti lancia un nuovo appello alle istituzioni preposte affinché “continuino a lavorare per assicurare un futuro a un settore di fondamentale importanza per l’economia provinciale e regionale. Riceviamo quotidianamente segnalazioni da parte delle nostre aziende a proposito di bollette triplicate o quadruplicate; parliamo di aziende e di agriturismi che in molti casi sono già in difficoltà vista la delicata e particolare contingenza di mercato e che si trovano a dover fare anche i conti con incrementi record che rischiano di minarne seriamente la sopravvivenza”.

“A tutte queste aziende, alle quali offrire il nostro pieno sostegno e supporto, suggeriamo di guardare al mondo delle agroenergie, che possono a nostro avviso rappresentare una ottima fonte di diversificazione e integrazione del reddito, oltre che una grande opportunità in termini di risparmio energetico - conclude Benetti - Proprio con questi obiettivi la Copagri ha da tempo promosso la costituzione della cooperativa Gaia Energia, che rappresenta la prima grande comunità di produttori e consumatori dell’energia rinnovabile prodotta dagli agricoltori italiani ed è nata proprio con lo scopo di valorizzare e sostenere la produzione e il consumo delle agroenergie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro energia, l'allarme degli agricoltori: "Grande incertezza, non riusciamo a coprire neanche i costi di produzione"

RavennaToday è in caricamento