Cassa integrazione in deroga: accolto il 91% delle richieste dei lavoratori

Le posizioni residue non autorizzate sono riferibili essenzialmente a istanze duplicate o relative ad aziende non destinatarie della deroga

Sono state completate, da parte degli uffici Inps dell’Emilia-Romagna, le autorizzazioni delle casse Integrazioni in deroga trasmesse dalla Regione nel corso di aprile 2020. A fronte delle 7939 istanze pervenute, ne sono state autorizzate 7249, pari al 91% del totale. Le posizioni residue non autorizzate sono riferibili essenzialmente a istanze duplicate o relative ad aziende non destinatarie della deroga.

L’amministrazione regionale ha deliberato a fine mese ulteriori 10.895 istanze, riferite a un totale di 27.628 lavoratori, il cui flusso telematico è stato già preso in carico dagli uffici provinciali Inps per la loro sollecita lavorazione. Con riferimento alla cassa integrazione ordinaria, delle 26.383 istanze pervenute ne sono state autorizzate 24.390, pari al 92%. Gli ammortizzatori sociali riferibili alla causale Covid-19 hanno già generato in Emilia-Romagna mandati di pagamento per 15.892 lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • "Babbo, da dove viene la mia famiglia?": e lui ricostruisce 7 secoli di parenti in tutto il mondo

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

Torna su
RavennaToday è in caricamento