menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Cert'O', il servizio gratuito per la richiesta telematica dei certificati d'origine

Dal 1 giugno per esportare serve necessariamente il certificato d'origine telematico. Lo impone il Ministero dello Sviluppo Economico

Dal 1 giugno per esportare serve necessariamente il certificato d'origine telematico. Lo impone il Ministero dello Sviluppo Economico, con circolare del 18 marzo 2019. Per questo la Camera di commercio di Ravenna mette a disposizione Cert'O, il servizio gratuito dedicato alle aziende e agli intermediari per l'invio on line delle richieste.

La compilazione del documento non avviene più direttamente sul modulo cartaceo bensì attraverso una procedura informatica al termine della quale i dati del Certificato e i documenti da allegare sono trasmessi via internet per consentire l'istruttoria da parte della Camera a un apposito Sportello telematico camerale. Questa nuova modalità consente di trasmettere telematicamente, direttamente dalla propria azienda, la richiesta del Certificato estero con l'utilizzo della firma digitale e di eseguirne in modalità elettronica anche il pagamento con un conseguente risparmio di tempo e di denaro per le imprese che operano con l'estero. L'ufficio camerale verifica la correttezza della documentazione e invia, via web, l'avviso di emissione regolare del certificato invitando il richiedente a recarsi presso la sede centrale di Ravenna o la sede decentrata di Lugo per il solo ritiro del documento.

Il servizio prevede, per la modalità di ritiro del certificato d'origine richiesto on line, una corsia preferenziale o la possibilità di riceverlo direttamente in azienda, con costi del corriere a carico, evitando le code agli sportelli. I certificati saranno pronti per il ritiro entro il secondo giorno lavorativo successivo a quello della richiesta, salvo casi eccezionali. Il servizio telematico, oltre a evitare i tempi di attesa agli sportelli, consente di monitorare le richieste dei certificati di origine attraverso il pc della propria azienda; ottimizza la gestione dei documenti e permette di disporre di un archivio delle richieste effettuate. Un nuovo servizi quindi volto a semplificare le procedure e ridurre i tempi di attesa, per il quale però le imprese sono tenute ad organizzarsi tempestivamente, attivando il collegamento TelemacoPay (che abilita ad inviare le pratiche telematiche al Registro Imprese), richiedendo il rilascio del dispositivo di firma digitale e dotandosi di un dispositivo di scanner per l'invio degli allegati.

“Con l'attivazione di questo servizio gratuito – evidenzia Maria Cristina Venturelli, segretario generale della Camera di commercio – la Camera di commercio di Ravenna dimostra ancora una volta di essere al fianco delle imprese nella sfida per la semplificazione della burocrazia e la digitalizzazione del sistema imprenditoriale. Obiettivo comune è quello di semplificare le procedure, ridurre i tempi di attesa e soprattutto affiancare le imprese nel loro percorso di crescita digitale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento