Economia

Ciclat Trasporti Ambiente di Ravenna cresce ancora: fatturato a 165 milioni di euro

La cooperativa ha approvato il Bilancio d’esercizio 2020 registrando un fatturato di 165 milioni di euro (+3% sul 2019) e un utile di 98.000 euro

La cooperativa Ciclat Trasporti Ambiente di Ravenna, che si occupa di igiene urbana e di movimentazione merci grazie a 244 soci presenti sull’intero territorio nazionale, ha approvato il Bilancio d’esercizio 2020 registrando un fatturato di 165 milioni di euro (+3% sul 2019) e un utile di 98.000 euro. Questi risultati, in linea con il piano di sviluppo pluriennale, evidenziano la tenuta della cooperativa nonostante le oscillazioni di lavoro dovute all’emergenza sanitaria: “Siamo riusciti a reggere l’urto della pandemia e abbiamo chiuso un buon bilancio - evidenzia Cesare Bagnari, Amministratore Delegato di Ciclat Trasporti Ambiente -. La flessione registrata a marzo e aprile 2020 è stata compensata da un secondo semestre brillante che ci ha consentito di recuperare bene. Tra l’altro siamo riusciti ad accantonare una cifra significativa nel fondo rischi e svalutazione crediti accrescendo così ulteriormente la stabilità della cooperativa”.

I numeri

Il Bilancio 2020, oltre al fatturato in crescita, mostra indici di solidità patrimoniale soddisfacenti e una propensione agli investimenti in innovazione. Tra i dati da evidenziare ci sono il buon valore dell’Ebitda, che si attesta a poco più di 2,6 milioni di euro, e la Posizione finanziaria netta che passa dai -8,8 milioni di euro del 2019 ai -4,5 milioni di euro del 2020 e che dimostra l’ulteriore consolidamento dell’equilibrio economico-finanziario della cooperativa. Nel corso del 2020, inoltre, Ciclat Trasporti Ambiente ha investito circa 6 milioni di euro complessivi in mezzi e attrezzature, di cui oltre 1 milione solo per l’implementazione tecnologica della struttura: “Abbiamo destinato molte risorse alla crescita e stiamo continuando a farlo anche nell’anno in corso - prosegue Bagnari - Il Piano Impresa 4.0 è molto favorevole agli investimenti in innovazione digitale e abbiamo colto l’occasione per rinnovare mezzi e attrezzature informatizzando tutto il possibile”.

Il Bilancio di Sostenibilità

L’azienda, che anche quest’anno ha visto confermate tutte le proprie certificazioni di qualità e sicurezza (ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001), ha pubblicato in questi giorni anche il Bilancio di Sostenibilità realizzato sulla base delle linee guida dello standard di Responsabilità Sociale e Certificazione Etica SA8000. Nel documento sono raccontati gli effetti sociali, culturali e ambientali della cooperativa rispetto al territorio e alla comunità. I dati raccolti sono relativi al personale dipendente e alla struttura di Ciclat Trasporti Ambiente e sono integrati con i dati raccolti fra i Soci (58,65% dei soci e 84% del fatturato).

“Da quando abbiamo deciso di certificarci SA8000 nel 2016 e abbiamo cominciato a rendicontare la nostra attività sono cambiate molte cose - sottolinea il presidente di Ciclat Trasporti Ambiente, Sergio Viviani, nella lettera introduttiva al documento -. Molte imprese hanno scelto di intraprendere la nostra stessa strada e, in generale, è cambiata la sensibilità verso queste tematiche non solo all’interno del mondo economico ma anche, e soprattutto, tra le istituzioni e la cittadinanza stessa. Per questo, proseguire nel nostro cammino e farlo con determinazione e includendo quante più persone possibili in questo processo è per noi un dovere e una priorità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclat Trasporti Ambiente di Ravenna cresce ancora: fatturato a 165 milioni di euro

RavennaToday è in caricamento