rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

Cna balneatori fa il punto della trattativa col governo Monti

Durante l’incontro di mercoledì che si è svolto presso la sede provinciale della CNA - promosso da CNA Balneatori - è stato presentato lo stato della trattativa in corso con il Governo e si è parlato di tutte le novità fiscali

Durante l’incontro di mercoledì che si è svolto presso la sede provinciale della CNA - promosso da CNA Balneatori - è stato presentato lo stato della trattativa in corso con il Governo e si è parlato di tutte le novità fiscali introdotte per gli stabilimenti balneari. Erano presenti Cristiano Tomei, Elisa Muratori e Nevio Salimbeni, rispettivamente presidente nazionale, responsabile regionale e responsabile provinciale di CNA Balneatori.

 

Tomei, nel ricordare ai giornalisti presenti come questa tipologia di piccole e medie imprese abbia garantito in questi anni l’alta qualità dell’offerta balneare italiana, senza mai impedire lo svolgersi regolato delle attività economiche legate alla concorrenza tra imprese ha evidenziato che “le imprese non possono attendere ancora a lungo in questa situazione di stallo senza sapere se possono investire sull’occupazione e sul rilancio e la ristrutturazione delle strutture”.

 

“La stagione turistica principale è alle porte – ha proseguito Tomei - e, in un contesto di crisi e difficoltà per la capacità di spesa delle stesse famiglie italiane, occorrono certezze”.
In un telegramma inviato unitariamente ai Ministri per gli Affari Europei e per gli Affari Regionali, Enzo Moavero Milanesi e Piero Gnudi , i Sindacati Balneari chiedono che “…venga convocato al più presto il tavolo tecnico di confronto con lo Stato e le Regioni, finalizzato alla ricerca di una legge quadro volta a restituire certezze e futuro agli imprenditori del settore. Operatori che, tra l’altro, stanno già iniziando a lavorare per garantire, all’apertura della stagione estiva, un’offerta di servizi di spiaggia sempre più di eccellenza e di gran lunga concorrenziale rispetto agli altri Paesi che si affacciano nel Mediterraneo, svolgendo un ruolo fondamentale per la ripresa e lo sviluppo dell’economia turistica del nostro Paese…”.

 

“Per avere una risposta urgente e possibilmente positiva – ha sottolineato Salimbeni - occorre che l’intero mondo turistico metta in campo unitariamente il massimo della pressione possibile. La stessa cosa devono fare la politica e la pubblica amministrazione ad ogni livello”. “Abbiamo bisogno – continua ancora Salimbeni – che le istituzioni ci sostengano in pieno: per questo invitiamo i sindaci di Ravenna e Cervia, Fabrizio Matteucci e Roberto Zoffoli a partecipare alla manifestazione nazionale unitaria che si terrà a Roma in una data da definirsi fra il 15 e il 18 aprile prossimi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cna balneatori fa il punto della trattativa col governo Monti

RavennaToday è in caricamento