rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia

Fedeli alla Cna da 30 anni: tante imprese alla festa al Teatro Alighieri

"Questo è nel Dna della nostra organizzazione , questo è quello che oggi noi siamo. Noi, che riteniamo la rappresentanza una risorsa a disposizione delle imprese e del paese", ha evidenziato Burioli

Oltre trecento imprese associate da più di trent’anni sono state premiate martedì sera durante una partecipata manifestazione promossa dalla Cna al Teatro Alighieri. La manifestazione ha visto la presenza di tutte le massime Autorità locali e dei dirigenti provinciali, regionali e nazionali della Confederazione. Importante il passaggio dell’intervento del presidente provinciale della Cna, Pierpaolo Burioli quando ha affermato che "la rappresentanza deve offrire risposte a bisogni e domande, collocando, con responsabilità, la difesa degli interessi particolari, entro cornici sempre più ampie, senza perdere di vista l’interesse generale".

"Questo è nel Dna della nostra organizzazione , questo è quello che oggi noi siamo. Noi, che riteniamo la rappresentanza una risorsa a disposizione delle imprese e del paese - ha evidenziato Burioli -. Una risorsa capace di rinsaldare lo spazio tra la società, le sue istituzioni e la politica. Uno spazio che i corpi intermedi colmano aggregando interessi e mediandoli tra loro. Senza il ruolo di sintesi dei corpi intermedi, la nostra società, perde autonomia e consapevolezza di sé e diventa un pulviscolo conflittuale di interessi, un grumo di paure e rivendicazioni che prestano il fianco a populismo e demagogie. Non è questa, però, la consapevolezza che vedo diffondersi quanto una tendenza a ridimensionare l’importanza della rappresentanza, a svalutarne il ruolo.

“Tenere viva la nostra storia – ha proseguito - esserle fedeli, è soprattutto questo: riconoscere interessi e bisogni concreti, dare loro forma, capirne i cambiamenti, creare legami di fiducia con chi fa impresa, con il territorio. E’ offrire un luogo ideale in cui riconoscersi ma soprattutto un luogo fisico dove chiunque svolga un’attività imprenditoriale si senta come in un luogo suo proprio, in cui ha desiderio e necessità di entrare per trovare soluzioni, progetti di sviluppo, servizi, confronto  con gli altri”. Tutte le autorità presenti, nei loro interventi, hanno evidenziato il valore fondamentale del lavoro quotidiano di tante piccole imprese artigiane per la tenuta del sistema economico e della coesione sociale del territorio e si sono complimentati con le tante imprese presenti all’evento.

Il sindaco, Fabrizio Matteucci, ha ribadito l’intenzione di non aumentare le tasse locali unita alla speranza di un allentamento del patto di stabilità per i Comuni virtuosi e con i bilanci in ordine come è quello di Ravenna. Tale allentamento potrà contribuire al rilancio degli investimenti sul territorio. Il presidente della Provincia, Claudio Casadio e il presidente della Camera di Commercio, Natalino Gigante hanno sottolineato quanto sia fondamentale riportare e continuare a diffondere la cultura d’impresa, soprattutto fra le giovani generazioni mentre il presidente nazionale Cna, Daniele Vaccarino e il presidente Cna dell’Emilia-Romagna, Paolo Govoni, si sono complimentati per la grande collaborazione esistente fra imprese e Istituzioni nel nostro territorio, fondamentale quest’ultima per la crescita economica e sociale concludendo con un appello alle imprese presenti. “Continuate a trasmettere alle giovani generazioni e alla società nel suo insieme, i grandi valori che l’artigianato e le piccole imprese racchiudono dentro di sé e, soprattutto, non abbiate paura di osare, di intraprendere. La Cnaè stata, è e sarà sempre al vostro fianco”.

Al termine degli interventi, il direttore Massimo Mazzavillani, ha premiato e fatto salire sul palco i nove imprenditori iscritti da oltre 60 anni all’Associazione: Angelo Argelli, Aurelio Cavina, Marino Fantini, Aldo Geminiani, Romolo Landi, Alfeo Poli, Valfrido Valgimigli, Abele Zagonara, Mario Zoli e i quattro imprenditori più giovani: Nicoletta Albonetti, Antonio Pio De Simone, Serena Montanari, Alessio Sarti. Agli associati senior, in dono una scultura in bronzo di Giacomo Onestini rappresentante “la fatica”. Agli associati junior una ceramica di Alberto Razzi rappresentante una cornucopia, simbolo di abbondanza e prosperità. Un premio speciale a Massimo Moretti della Wasp Project che, nel suo intervento “La realtà del sogno” ha illustrato l’innovativo progetto della stampante 3D “Big Delta” per rispondere al tema della casa a costo che tende a zero. La serata si è conclusa con il divertente show dell’attore comico, Paolo Cevoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedeli alla Cna da 30 anni: tante imprese alla festa al Teatro Alighieri

RavennaToday è in caricamento