menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coldiretti: "Gli agriturismi ripartono, da lunedì via libera alla vacanza nel verde"

“Nelle linee guida pubblicate dalla Regione accolte molte delle proposte avanzate da Coldiretti Ravenna"

Via libera alla riapertura in sicurezza degli agriturismi della provincia di Ravenna. Con la pubblicazione da parte della Regione Emilia-Romagna delle linee guida operative per somministrazione e attività ricettive, protocolli che accolgono molte delle proposte avanzate da Coldiretti Ravenna ai vari tavoli di lavoro provinciali e regionali succedutisi in queste settimane, da lunedì 18 maggio gli agriturismi possono tornare ad ospitare turisti e villeggianti nel verde della nostra campagna e della nostra collina. 

Una svolta attesa dagli imprenditori agrituristici che per via della chiusura forzata dovuta all’emergenza sanitaria hanno visto saltare sia il periodo pasquale che i ponti del 25 aprile e del 1° maggio, con perdite ingenti nel bilancio aziendale. 

Coldiretti Ravenna, anche nell’ultimo Tavolo provinciale per la sicurezza nei luoghi di lavoro e la tutela dell’attività economica post Covid-19 tenutosi giovedì scorso, aveva ribadito come l’agriturismo, spesso situato in zone isolate della campagna, in strutture familiari con un numero contenuto di posti e con ampi spazi all’aperto dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza anti coronavirus, rappresenta, in particolare dopo questa lunga quarantena, il luogo migliore dove rigenerarsi vivendo una vacanza riabilitativa e totalmente green. 

I protocolli regionali, stabilendo tutte le condizioni per il rispetto delle misure di precauzione, incentivano, come richiesto da Coldiretti anche attraverso Terranostra, l’associazione che unisce e coordina le imprese agrituristiche e promuove il turismo in campagna, l’utilizzo delle aree esterne, perfette per ospitare agri-picnic che consentiranno di gustare in sicurezza, immersi nella natura, le specialità della tradizione contadina e dell’enogastronomia locale.

“L’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza Made in Italy nella fase 2 perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità per la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori assicurando così il rispetto delle distanze sociali e gli affollamenti – conclude Stefano Gardi, Presidente Terranostra provinciale – e ripartire dall’agriturismo significa sostenere la buona economia del territorio, quella a misura di famiglia, rispettosa della natura, dell’ambiente e delle vere tradizioni rurali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento