Concessioni demaniali: il ministro Costa si schiera con le imprese balneari

Il ministro Costa ha assicurato alle associazioni un provvedimento urgente che garantisca il mantenimento del diritto alla continuazione dell’attività da parte delle imprese balneari

Il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa si schiera con le imprese balneari annunciando un provvedimento urgente a salvaguardia di aziende e turisti per la stagione in corso. E’ quanto avvenuto nell’incontro di giovedì al dicastero tra il ministro e le organizzazioni dei balneari alla vigilia del pronunciamento della Corte di Giustizia Europea sulla proroga delle concessioni demaniali al 2020, previsto per il prossimo 14 luglio.

“In attesa del disegno di legge sulla disciplina delle concessioni demaniali – spiegano Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba-Confesercenti Emilia Romagna e Simone Battistoni, presidente di Sib Confcommercio Emilia Romagna – il ministro ci ha assicurato un provvedimento urgente che garantisca il mantenimento del diritto alla continuazione dell’attività da parte delle imprese balneari, fino al momento dell’entrata in vigore della nuova legge di riordino complessivo del demanio. In ogni caso – proseguono - nella nuova normativa dovranno essere confermati, tra gli altri, due principi fondamentali: un periodo transitorio di adeguamento di almeno trent’anni per le attuali imprese che già operano sul demanio; il riconoscimento di un indennizzo sul valore commerciale dell’azienda per l’eventuale concessionario uscente". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci preoccupano sempre i tempi che ci rimandano di incertezza in incertezza - aggiungono Rustignoli e Battistoni -. Programmare il futuro e gli investimenti delle nostre imprese rimane ancora una cosa impossibile. E' stata ribadita al Ministro la necessità che, una volta per tutte, venga definito con la Commissione Europea se vi sia o meno affinità con la situazione spagnola. Non sarebbe, infatti, tollerabile che in analoga situazione si abbiano trattamenti così radicalmente difformi. Ci piace sottolineare come la Regione Emilia Romagna abbia ulteriormente dimostrato di essere al fianco degli imprenditori balneari emiliano romagnoli in questo momento così delicato e ringraziamo, in particolar modo, l'assessore al Turismo Andrea Corsini per l'impegno profuso anche in questi ultimi giorni. Il ministro Costa ci ha dato appuntamento subito dopo il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento