Concessioni demaniali: il ministro Costa si schiera con le imprese balneari

Il ministro Costa ha assicurato alle associazioni un provvedimento urgente che garantisca il mantenimento del diritto alla continuazione dell’attività da parte delle imprese balneari

Il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa si schiera con le imprese balneari annunciando un provvedimento urgente a salvaguardia di aziende e turisti per la stagione in corso. E’ quanto avvenuto nell’incontro di giovedì al dicastero tra il ministro e le organizzazioni dei balneari alla vigilia del pronunciamento della Corte di Giustizia Europea sulla proroga delle concessioni demaniali al 2020, previsto per il prossimo 14 luglio.

“In attesa del disegno di legge sulla disciplina delle concessioni demaniali – spiegano Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba-Confesercenti Emilia Romagna e Simone Battistoni, presidente di Sib Confcommercio Emilia Romagna – il ministro ci ha assicurato un provvedimento urgente che garantisca il mantenimento del diritto alla continuazione dell’attività da parte delle imprese balneari, fino al momento dell’entrata in vigore della nuova legge di riordino complessivo del demanio. In ogni caso – proseguono - nella nuova normativa dovranno essere confermati, tra gli altri, due principi fondamentali: un periodo transitorio di adeguamento di almeno trent’anni per le attuali imprese che già operano sul demanio; il riconoscimento di un indennizzo sul valore commerciale dell’azienda per l’eventuale concessionario uscente". 

"Ci preoccupano sempre i tempi che ci rimandano di incertezza in incertezza - aggiungono Rustignoli e Battistoni -. Programmare il futuro e gli investimenti delle nostre imprese rimane ancora una cosa impossibile. E' stata ribadita al Ministro la necessità che, una volta per tutte, venga definito con la Commissione Europea se vi sia o meno affinità con la situazione spagnola. Non sarebbe, infatti, tollerabile che in analoga situazione si abbiano trattamenti così radicalmente difformi. Ci piace sottolineare come la Regione Emilia Romagna abbia ulteriormente dimostrato di essere al fianco degli imprenditori balneari emiliano romagnoli in questo momento così delicato e ringraziamo, in particolar modo, l'assessore al Turismo Andrea Corsini per l'impegno profuso anche in questi ultimi giorni. Il ministro Costa ci ha dato appuntamento subito dopo il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Tommaso Sintini, ex pallavolista e veterinario: "Una bontà fuori dal comune"

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Gruppo multato sul Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto, continueremo a incontrarci"

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Parrucchieri, estetisti, gommisti fuori dal proprio Comune: si possono raggiungere?

Torna su
RavennaToday è in caricamento