rotate-mobile
Economia Lugo

Conclusa l'intensa Settimana della Bonifica 2012

Quattro eventi di grande importanza e l'apertura per l'occasione di dieci impianti hanno caratterizzato tra il 12 e il 20 maggio l'edizione 2012 della Settimana Nazionale della Bonifica

Quattro eventi di grande importanza e l'apertura per l'occasione di dieci impianti hanno caratterizzato tra il 12 e il 20 maggio l'edizione 2012 della Settimana Nazionale della Bonifica e dell'Irrigazione per quanto riguarda il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale. Lunedì 14 maggio la città di Lugo ha ospitato due iniziative che hanno attirato un numeroso pubblico di cittadini interessati e partecipi.

Si è iniziato nel pomeriggio con l'intitolazione al lughese Andrea Golfera - pilota aeronautico scomparso nel 2007 in una missione per la Protezione Civile nazionale - del parco pubblico realizzato dal Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale e dal Comune di Lugo nell’area della cassa di laminazione delle piene del canale “Brignani Vivo”, in via Sammartina. In serata si è poi svolta la presentazione del volume curato da Tito Menzani L'attività di bonifica nel territorio romagnolo. Percorsi di sviluppo in 150 anni di Italia unita (1861-2011), con interventi di Tito Menzani, Stefano Marabini, Mauro Mazzotti, Raffaella Biscioni e del direttore generale dell’Anbi (Associazione nazionale dei consorzi di bonifica) Anna Maria Martuccelli.

Nel corso della settimana sono poi state inaugurate due opere appena completate e di estrema rilevanza per il comprensorio del Consorzio. Venerdì 18 il taglio del nastro ha riguardato il Distretto di pianura, e in particolare l'impianto irriguo “Santerno-Senio 3”, realizzato per la distribuzione delle acque del Canale Emiliano Romagnolo nell'area di Castel Bolognese e Solarolo, un'opera molto importante perché concepita dal Consorzio di Bonifica a valenza plurima, in grado di alimentare, oltre alle condotte irrigue per le aziende agricole del territorio, anche reti acquedottistiche industriali e civili.

Nel Distretto montano, invece, sabato 19 si sono inaugurate le opere di consolidamento del centro storico di Fontanelice, la cui efficacia è purtroppo già stata collaudata a seguito dell'evento sismico che ha interessato la nostra regione proprio nella notte di sabato 19 maggio. L'intervento, progettato ed eseguito dal Consorzio di Bonifica su richiesta del Comune, ha riguardato in particolare il consolidamento delle scarpate est e ovest della Conca Verde, parco naturalistico che ospita al suo interno la piscina comunale. In questo caso il taglio del nastro è stato affidato agli scalatori dell'associazione “Evoluzione verticale”, che si sono calati dalla scarpata est per inaugurare l'opera. Nell’occasione, il geologo del Consorzio Gabriele Minardi ha illustrato alla cittadinanza le complesse lavorazioni eseguite, tra cui assumono particolare rilievo quelle della scarpata ovest su cui poggiano le fondamenta di molti edifici del centro storico di Fontanelice.

«Il rapporto con la Regione Emilia-Romagna – ha affermato il presidente dell'Anbi Massimo Gargano intervenendo a Castel Bolognese all'inaugurazione dell'impianto Santerno-Senio accanto all’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni – è un esempio di proficua valorizzazione delle sinergie istituzionali e dell'attività dei consorzi di bonifica, così come lo è lo stretto rapporto fra consorzi di bonifica e sindaci, entrambi quotidiani “sportelli” per i cittadini. Forti di una rinsaldata collaborazione con l'Anci, incontreremo il ministro dell'Ambiente Corrado Clini per chiedere l'attenzione dovuta e le risorse, che sono ferme, per il Piano di Mitigazione del Rischio Idrogeologico, da noi redatto. La valorizzazione del territorio non può che essere il perno della tanto auspicata crescita dell’Italia.»

«Gli eventi organizzati del corso della Settimana – commenta il presidente del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale, Alberto Asioli – sono emblematici dello stretto rapporto fra enti locali e Consorzio, che consente di individuare con prontezza le esigenze dei territorio e di intraprendere le azioni più efficaci mettendo a frutto le competenze interne al Consorzio stesso. Senza una preventiva azione di messa in sicurezza e una costante attività di manutenzione delle opere di presidio idrogeologico, ogni strategia di rilancio dell’economia sarebbe effimera.» Nell’ambito della Settimana della Bonifica, promossa ogni anno dall'Anbi, si sono poi svolte visite guidate a opere idrauliche e irrigue del Distretto di pianura e agli invasi collinari del Distretto montano, per promuovere le attività di tutela e valorizzazione del territorio svolte dal Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale nel suo comprensorio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conclusa l'intensa Settimana della Bonifica 2012

RavennaToday è in caricamento