Elezioni, Bucci e De Pascale a confronto con la Confcommercio

Nel corso del confronto i candidati hanno concordato su alcune proposte avanzate e si sono impegnati a portarli avanti nella campagna elettorale

Proseguono gli incontri di Confcommercio Ravenna con i candidati a sindaco in vista delle elezioni amministrative del 5 giugno prossimo. Martedì il Comitato di Presidenza Confcommercio Ravenna ha incontrato Maurizio Bucci candidato a sindaco della Lista civica La Pigna e membro del Consiglio di Federalberghi Confcommercio Ravenna e  Michele De Pascale candidato a Sindaco del Centrosinistra.

Nel corso dell’incontro il presidente Mauro Mambelli e il Direttore Giorgio Guberti hanno illustrato le proposte contenute nel documento elaborato da Confcommercio Ravenna, grazie al contributo del Consiglio direttivo dell’Associazione, e inviato a tutti i candidati a sindaco di Ravenna con le principali problematiche da risolvere e le proposte da attuare entro il 2021 per città, lidi e forese. In particolare, il tema della sicurezza è al primo posto tra tutte le problematiche evidenziate dagli associati Confcommercio Ravenna, a cui seguono "una burocrazia della macchina comunale esagerata e penalizzante; una fiscalità locale eccessiva; una viabilità cervellotica e da rivedere con una rimodulazione della Ztl.; un totale isolamento di Ravenna sia stradale che ferroviario".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, tema cardine da affrontare è lo sviluppo del turismo. I dati dell’Osservatorio Regionale sono impietosi su Ravenna. "Ravenna è l’unica località dell’Emilia Romagna che perde (sia come città d’arte sia come lidi)", viene evidenziato. "Altro tema fondamentale è dare certezza alle imprese, con programmi pluriennali in modo tale che gli imprenditori affrontino con più sicurezza il futuro avendo la possibilità di programmare i loro investimenti - è stato sottolineato -. Non è più tollerabile chiudere da un giorno all’altro una piazza, una strada, invertire un senso di marcia o eliminare un parcheggio o istituire una Ztl (Via Baccarini è uno degli ultimi esempi); così facendo si procurano danni incalcolabili alle imprese ed al nostro territorio. Inoltre è ora di finirla con provvedimenti spot che impediscono alle auto di circolare, chiudendo il centro e portando all’esterno tutto il resto, con una circolazione che fa percorrere chilometri in più per raggiungere un determinato punto della città distante poche centinaia di metri. Non è più procrastinabile l’apertura di alcuni assi di attraversamento della città". Nel corso del confronto i candidati hanno concordato su alcune proposte avanzate e si sono impegnati a portarli avanti nella campagna elettorale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento