Due miliardi per Ravenna: Eni investe sull'off-shore e l'occupazione cresce

Il responsabile del distretto centro settentrionale di Eni, Diego Portoghese, ha specificato che il piano ha determinato una crescita dell'occupazione del 25%

Eni conferma gli importanti investimenti nel settore oil&gas. L'azienda del cane a sei zampe ha presentato alle istituzioni il piano di ripresa dell'occupazione nella Sala Dantesca della Classense. Il responsabile del distretto centro settentrionale di Eni, Diego Portoghese, ha specificato che il piano ha determinato una crescita dell'occupazione del 25% e che ne sono spesi circa 500 milioni di euro dei due miliardi di euro annunciati per il rilancio del settore. Per quanto concerne il settore della sicurezza e tutela ambientale, nell'anno in corso l'azienda investirà 100 milioni di euro. E' prevista la valorizzazione dei terreni industriali dismessi, con interventi ambientali integrati con un piano di riqualificazione produttiva dell’area. Tra le principali attività operative, è stata avviata una nuova campagna di interventi sui pozzi con l’utilizzo di due impianti ed è cresciuta l’attività di ottimizzazione della produzione. Sono al lavoro due piattaforme ‘mobili’, la Key Manhattan e Super Sundowner XIII.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento