rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Economia

Due start-up innovative del ravennate volano in Europa per farsi conoscere

Insieme alle startup e Pmi regionali, saranno presenti incubatori ed abilitatori, grandi imprese e esponenti delle istituzioni in rappresentanza dei diversi ecosistemi regionali

Le 15 startup e Pmi innovative dell'Emilia-Romagna, selezionate tra quelle che hanno risposto alla call della Regione Emilia-Romagna, Art-Er, parteciperanno alle manifestazioni Smau di Parigi (23-24-25 marzo), Berlino (27-28-29 aprile) e Londra (25-26-27 maggio). Alla tappa di Parigi parteciperanno anche la B-Plas di Lugo e la Zero3 di Faenza.

La partecipazione alle manifestazioni internazionali ha l'obiettivo di sviluppare relazioni commerciali, partnership industriali e finanziarie, progetti di open innovation e attività di co-innovazione e favorire processi di cross-fertilization interregionale e internazionale. Insieme alle startup e Pmi regionali, saranno presenti incubatori ed abilitatori, grandi imprese e esponenti delle istituzioni in rappresentanza dei diversi ecosistemi regionali.

Ciascuna delle manifestazioni è organizzata in un luogo chiave per le startup della città e coinvolgerà importanti attori interessati a creare relazioni con startup, incubatori e corporate made in Italy: ad esempio a Parigi gli incontri si concentreranno a Station F, un incubatore di 34000 metri quadri, che ospita startup, acceleratori, fondi d'investimento etc... Parteciperanno importanti attori come Carrefour, EDF, Engie, L'Oreal, SNCF, Veolia, con cui startup e acceleratori regionali potranno esplorare nuove piste di collaborazione.

"Anche in un momento di grande incertezza internazionale come questo, è importante continuare a sostenere le nostre imprese innovative nel loro percorso di crescita sui mercati esteri, a partire da quello europeo. Sostegno alle startup e internazionalizzazione delle imprese sono due pilastri della strategia della Regione Emilia-Romagna, per il consolidamento e il rafforzamento del nostro sistema produttivo - commenta Vincenzo Colla, assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro e formazione della Regione Emilia-Romagna - che passa anche attraverso la creazione di relazioni di qualità. La presenza delle nostre imprese innovative sulle principali piazze europee dell'innovazione fa parte di questa strategia".

Oltre alla presenza in fiera, le startup parteciperanno ad incontri B2B  e di networking con istituzioni e imprese presenti nelle tre città. Avranno anche la possibilità di creare connessioni con i soggetti più attivi negli ecosistemi ospitanti funzionali alla loro crescita sul mercato europeo. Parteciperanno alle missioni anche altri importanti attori dell'ecosistema dell'innovazione regionale -  Art-Er, Regione Emilia-Romagna e alcuni incubatori della rete in-Er (Almacube, Impact Hub Piacenza, DPixel e Fondazione Rei) - con l'obiettivo di ricercare servizi da trasferire e nuove collaborazioni per supportare le startup in processi di internazionalizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due start-up innovative del ravennate volano in Europa per farsi conoscere

RavennaToday è in caricamento