Eni-Versalis: la Regione pronta ad aprire il confronto con il Governo

Il documento è stato il frutto delle analisi e delle riflessioni emerse durante i lavori del tavolo regionale petrolchimico dove la Regione Emilia-Romagna

Saltata la cessione di Eni Versalis, riaffiorano le preoccupazioni per investimenti e occupazione nel settore petrolchimico di Ravenna e Ferrara. E in questo nuovo scenario la Regione è pronta ad aprire rapidamente il confronto con il Governo. "La discussione con Palazzo Chigi servirà a capire quali azioni sia possibile mettere in campo per puntare ad inserire la petrolchimica italiana nella competizione dei grandi produttori globali, sia per garantire le nostre produzioni e gli importanti investimenti in ricerca", ha annunciato l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi dopo la decisione presa da di Eni-Versalis di interrompere la trattativa di cessione al fondo americano Sk.

"È necessario - aggiunge Costi - trovare una soluzione alternativa in tempi rapidi. Soluzione che preveda un grande piano industriale di rilancio e sviluppo della chimica tradizionale e verde - strategica non solo per il manifatturiero italiano ma per tutte le altre produzioni – e la garanzia degli investimenti nei siti produttivi del quadrilatero padano per salvaguardare le produzioni e rilanciarne la competitività". Sulla vicenda Eni-Versalis- in ottica di continuità e sviluppo di piano industriale, investimenti e occupazione nonché il rafforzamento della competitività e della sostenibilità della chimica in Italia - nel gennaio scorso le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto avevano già avanzato un documento comune al Governo in difesa dell‘industria chimica nel quadrilatero padano di Ferrara, Ravenna, Venezia e Mantova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il documento è stato il frutto delle analisi e delle riflessioni emerse durante i lavori del tavolo regionale petrolchimico dove la Regione Emilia-Romagna, le istituzioni locali e le forze sociali ed economiche regionali e i territori di Ravenna e Ferrara hanno lavorato sinergicamente per tutelare le produzioni del territorio. "Dobbiamo continuare a lavorare perché il petrolchimico rimanga strategico per l'intero sistema Paese - prosegue l’assessore Costi- attraverso un piano industriale strategico in grado di rilanciare la produzione e la competitività in tutto il quadrilatero padano in generale in Italia. Per realizzare questi obiettivi al più presto è auspicabile anche l’interessamento della Cassa Depositi e Prestiti, per iniettare le risorse necessarie alla realizzazione degli investimenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Carambola sull'Adriatica, dopo il tamponamento lo scontro frontale: grave uno scooterista

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento