menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Er Smart Industry", il Piano di Confindustria per accompagnare la crescita delle imprese

Un programma per accompagnare le imprese che vogliono sviluppare processi di innovazione tecnologica, organizzativa e di mercato per migliorare il proprio posizionamento competitivo

Il sistema Confindustria Emilia-Romagna presenta il Piano "ER Smart Industry", un programma per accompagnare le imprese che vogliono sviluppare processi di innovazione tecnologica, organizzativa e di mercato per migliorare il proprio posizionamento competitivo. Il progetto, realizzato con il finanziamento dell'Unione europea-FSE e della Regione Emilia- Romagna, è suddiviso in cinque filiere strategiche per l’economia regionale: Er smart food per la filiera agroalimentare, Er smart mech per meccanica, meccatronica, motoristica, Er smart fashion per tessile e moda, Er smart health & wellness per salute e benessere e Er smart home per casa-arredo.

I temi principali proposti ad imprenditori, manager e figure chiave delle aziende riguardano l’innovazione by design, l’innovazione tecnologica di prodotto/processo, l’innovazione market-driven, l’innovazione digitale e l’innovazione aperta. I numeri sono importanti ed ambiziosi: il Piano coinvolgerà in tutto il territorio regionale oltre 1.100 imprese e 3.500 persone con attività di formazione in aula e interventi di accompagnamento consulenziale in azienda per un totale di quasi 20 mila ore.

"Il Piano ER Smart Industry – dichiara Corrado Beldì, Vice Presidente Confindustria Emilia- Romagna – consentirà un investimento straordinario sulle competenze delle persone, un salto culturale e qualitativo di cui abbiamo grande bisogno. Le imprese, anche piccole e medie, delle nostre principali filiere produttive devono attuare un deciso cambio di paradigma nella gestione delle strategie e degli investimenti in innovazione”.

Anche il valore economico complessivo è di rilievo: 2,9 milioni di euro, per un'iniziativa della durata complessiva di 18 mesi. Tutte le attività saranno realizzate con il coordinamento di Formindustria Emilia-Romagna dai centri formativi di riferimento del sistema regionale Confindustria: Assoform Romagna, Cerform, Cis Scuola per la gestione d'impresa, Cisita Parma, Fondazione Aldini Valeriani, Forpin, Nuova Didactica e Il Sestante Romagna. I promotori del Piano rappresentano la comunità imprenditoriale e scientifica dell'Emilia- Romagna e del Paese: Confindustria Emilia-Romagna e le Confindustrie e Unioni Industriali della regione, Confindustria Ceramica, Ance Emilia-Romagna, Aiop Emilia-Romagna, Assinform, Assovetro, Confindustria Servizi innovativi e tecnologici, Farmindustria, Federalimentare, Federazione Gomma Plastica, Federchimica, Federlegno Arredo, Ucimu e tutte le Università della regione. Tutti questi soggetti fanno parte del Comitato di pilotaggio che ha il compito di indirizzare l'attuazione del Piano dal punto di vista scientifico e metodologico. Il programma è accompagnato da un articolato piano di comunicazione e promozione, anche sul web e sui social media, per diffondere l'iniziativa al maggior numero possibile di imprese dell'Emilia-Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento