menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Firmato un accordo per la digitalizzazione delle procedure doganali al Porto

L’accordo ha tra i propri obiettivi l’automatizzazione delle procedure di entrata/uscita e imbarco/sbarco connesse all’import/export delle merci di rilevanza doganale

Il vicesindaco Eugenio Fusignani, con delega al porto, esprime apprezzamento e soddisfazione per la sottoscrizione, avvenuta mercoledì mattina da parte del direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, e del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro settentrionale, Daniele Rossi, del protocollo di intesa per la realizzazione del progetto di “Digitalizzazione delle procedure doganali nel porto di Ravenna”. L’accordo ha tra i propri obiettivi l’automatizzazione delle procedure di entrata/uscita e imbarco/sbarco connesse all’import/export delle merci di rilevanza doganale, nonché le procedure di pagamento delle tasse portuali e di tracciamento dello stato doganale della merce attraverso la razionalizzazione e l’interoperabilità tra i sistemi informativi.

“Si tratta di una intesa molto importante – sottolinea Fusignani – e siamo uno dei primi porti a raggiungere un accordo di questo tipo, che servirà a snellire le tempistiche per le operazioni portuali. Sarà utile per tutte le tipologie di merci del nostro porto, dalle rinfuse ai contenitori e per tutte le tipologie di merci sbarcate e comunque avviate, o su ferro o su gomma. Questa è un’ulteriore prova della dinamicità del nostro scalo. Ringrazio l’Agenzia delle Dogane, nella persona del dottor Giovanni Mario Ferente per quanto riguarda la sede di Ravenna, e il presidente dell’Autorità portuale Daniele Rossi. La realizzazione di questo progetto servirà ad aumentare l’attrattività del nostro porto, che anche in questo periodo così difficile per il Paese e per tutta l’economia mondiale sta dando prova di professionalità e solidità grazie all’impegno di tutti i suoi attori, dalle imprese ai lavoratori di tutti i settori e servizi. L’accelerazione delle tempistiche oggi più che mai ha un’incidenza diretta sulla competitività e quindi è evidente come la realizzazione di questo progetto andrà a beneficio delle tante imprese portuali che fanno vivere il nostro scalo, che si muove come sistema, e della nostra economia in generale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento