rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Economia

Fusione Camere di Commercio, de Pascale scrive ai senatori: "Serve una revisione della riforma"

Secondo il sindaco è necessaria "a consentire agli enti camerali “sani” il mantenimento di un’autonomia provinciale atta a tutelare con maggiori garanzie le peculiarità dei territori e lo sviluppo delle imprese"

Il sindaco Michele de Pascale ha inviato una lettera ai senatori Alberto Balboni, Teresa Bellanova, Anna Maria Bernini, Lucia Borgonzoni, Maurizio Campari, Stefano Collina, Marco Croatti, Vasco Errani, Daniele Manca e Michela Montevecchi a sostegno all’emendamento in Finanziaria presentato dalla senatrice Paola Boldrini volto a favorire le autonomie delle Camere di Commercio e ad evitarne il processo di accorpamento. 

"Esprimo il mio più totale sostegno all’emendamento in Finanziaria presentato dalla senatrice Paola Boldrini volto a favorire le autonomie delle Camere di Commercio e a evitarne il processo di accorpamento - scrive il primo cittadino ravennate - Dopo il messaggio indirizzato lo scorso giugno al Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti per arrestare la fusione delle Camere di Commercio di Ravenna e Ferrara, sono a sostenere con rinnovata convinzione la necessità di una revisione della riforma, così da consentire agli enti camerali “sani” il mantenimento di un’autonomia provinciale atta a tutelare con maggiori garanzie le peculiarità dei territori e lo sviluppo delle imprese. Vi rivolgo oggi quindi un appello affinché voi tutti e tutte sosteniate questo emendamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Camere di Commercio, de Pascale scrive ai senatori: "Serve una revisione della riforma"

RavennaToday è in caricamento