rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Economia

Gal Delta 2000, in arrivo risorse per quasi 700 mila euro: aperti due bandi

Le risorse finanziarie sono pari a 332.865,42 di euro e i progetti vengono finanziati con un contributo che varia dal 20% al 50% in base alle diverse tipologie di aziende (divise per caratteristiche del beneficiario, natura dell’investimento e localizzazione)

Il Gal Delta 2000 ha ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna risorse aggiuntive per complessivi 678.000 euro, grazie al fatto che è risultato il più virtuoso fra i Gal regionali come grado di utilizzo delle risorse sulla dotazione finanziaria, avendo raggiunto lo straordinario risultato del 106%. Con le risorse straordinarie ricevute, il Gal ha appena attivato due nuovi bandi in attuazione dell’approccio Leader, all’interno del Programma regionale di Sviluppo Rurale, entrambi in scadenza il 25 novembre e scaricabili al sito www.deltaduemila.net.

Molto soddisfatti il presidente del Gal, Lorenzo Marchesini, e il consigliere delegato Mauro Conficoni: “l'arrivo di risorse aggiuntive nel territorio del Delta è quanto mai positivo, proprio in un periodo in cui non vi sono mote altre opportunità di finanziamento per imprese ed Enti. Si tratta di risorse che - anche se non ingenti - potranno generare investimenti per quasi 2 milioni di euro e positive ricadute sul territorio anche in termini occupazionali". Il primo dei due bandi intende sostenere progetti pilota nell’area del Delta, che coinvolgano una rete di produttori locali al fine di favorire progetti individuali e progetti collettivi. E’ destinato alle imprese agricole, per l’acquisto di attrezzature per l’ammodernamento delle aziende stesse. Le risorse finanziarie sono pari a 332.865,42 di euro e i progetti vengono finanziati con un contributo che varia dal 20% al 50% in base alle diverse tipologie di aziende (divise per caratteristiche del beneficiario, natura dell’investimento e localizzazione).

Il secondo bando è invece destinato agli enti pubblici (Comuni singoli o associati, Ente di gestione del Parco del Delta del Po, altri Enti pubblici quali: Province di Ferrara e di Ravenna, Camere di Commercio di Ferrara e di Ravenna) per sostenere progetti finalizzati alla messa in rete del sistema dei percorsi e dei circuiti che interessano il territorio del Delta attraverso il sostegno a interventi di completamento e strutturazione dei percorsi esistenti riferiti ai prodotti ecoturistici del territorio come ippovie, itinerari lungo le vie d’acqua, percorsi naturalistici e cicloturistici, percorsi storico-culturali, itinerari riguardanti il sistema dell’offerta del patrimonio storico-culturale e delle tradizioni locali.

Sono previsti interventi rivolti alla creazione di nuovi circuiti turistici rurali al fine di completare e rafforzare l’offerta territoriale; oltre a organizzazione e realizzazione di parchi “tematici” legati alle risorse ambientali e culturali del Delta emiliano-romagnolo: ad esempio parchi fluviali, ricostruzione e simulazione di siti archeologici attraverso la creazione di giardini/parchi archeologici, musei all’aria aperta ed organizzazione dei relativi percorsi di visita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gal Delta 2000, in arrivo risorse per quasi 700 mila euro: aperti due bandi

RavennaToday è in caricamento