menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gemos cresce e sfiora i 49 milioni di euro di fatturato

Un incremento che si accompagna ai risultati raggiunti dal patrimonio netto, oltre 9 milioni di euro (+14,53%), dall’aumento del numero di lavoratori, di cui 827 sono soci, e da un ristorno ai soci da record

Crescita a doppia cifra per Gemos, la cooperativa di ristorazione con sede a Faenza che nel 2018 ha sfiorato i 49 milioni di euro di fatturato con un aumento dell’11,46% rispetto all’anno precedente. Un incremento che si accompagna ai risultati raggiunti dal patrimonio netto, oltre 9 milioni di euro (+14,53%), dall’aumento del numero di lavoratori, 1.067 (+8,99%) di cui l’85% donna e di cui 827 sono soci, e da un ristorno ai soci da record che supera quota 1 milione di euro (+12,69%).

"La nostra cooperativa è cresciuta - commenta la presidente Mirella Paglierani -. Oggi produciamo 8,8 milioni di pasti l’anno e siamo presenti in 4 regioni d’Italia e, con la nostra società controllata Gemos Balkans (98 dipendenti e oltre 1,250 milioni pasti prodotti l’anno), anche in Serbia. Uno sviluppo che però non snatura il nostro essere cooperativa, il nostro impegno verso i soci di questa compagine. Un impegno dimostrato dalle cifre raggiunte con il ristorno e dalle azioni di welfare intraprese verso i soci lavoratori".

Il welfare aziendale è un tassello importante nella programmazione della cooperativa: "Con “Benessere Gemos - Le persone al centro” (il nome del progetto di welfare aziendale) messo in piedi negli ultimi anni, abbiamo già riscosso diversi risultati e proposto ai soci lavoratori molte iniziative che spaziano dalla salute al lavoro, dal sostegno al reddito alla mobilità e al tempo libero. Tra i progetti che abbiamo realizzato nel 2018 hanno ricevuto grande interessamento le borse di studio riservate ai figli dei soci lavoratori, per le quali sono stati stanziati 10mila euro, i corsi gratuiti di informatica e il progetto “Prevenzione donna under 45”, dedicato allo screening al seno per le donne che non rientrano ancora nel programma gratuito del servizio sanitario nazionale".

Anche il 2019 riserverà soddisfazioni alla cooperativa: il primo trimestre si è chiuso in linea con gli obiettivi di budget prefissati e si sta lavorando alla riorganizzazione aziendale in vista della fusione con la partecipata Avendo, che avrà decorrenza dal primo gennaio 2020. "Avendo - continua la presidente - è una società del bolognese specializzata in ristorazione nel settore privato con all’attivo 250 lavoratori. Il 2019 ci vedrà impegnati nell’organizzazione del nuovo assetto societario e del personale. Già in questa assemblea abbiamo presentato ai nostri soci il bilancio consolidato (di Gemos e Avendo) che mostra un fatturato di oltre 65 milioni di euro. Lavoreremo poi al mantenimento dei contratti in essere e alla partecipazione a nuove gare d’appalto. Ci saranno conferme e novità anche per il welfare - conclude Paglierani - con altri 10mila euro da destinare alle borse di studio per gli studenti meritevoli e altri progetti riguardanti l’area salute e prevenzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento