menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gino Guidi è il nuovo presidente del Sindacato balneri di Confcommercio Cervia

È stato eletto all’unanimità Gino Guidi per ricoprire la carica di Presidente del sindacato fino al 2024

Cambio di dirigenza anche all’interno del Sib (Sindacato Balneari) Confcommercio Cervia. È stato eletto all’unanimità Gino Guidi per ricoprire la carica di Presidente del sindacato fino al 2024. Gino Guidi gestisce il bagno Tangaroa Beach insieme ai figli e la moglie ed è titolare dell’hotel Ariella.

Eletto anche il nuovo Vicepresidente Andrea Chiesa e il nuovo Consiglio composto da: Gino Guidi (Tangaroa Beach – Milano Marittima), Andrea Battistini (Bagno Imperiale – Milano Marittima), Andrea Chiesa (Bagno Oreste – Milano Marittima), Fabbri Alessandro (Bagno Flamingo Beach – Milano Marittima), Cesare Giulianini (Bagno Piccadilly – Milano Marittima), Massimo Giulianini (Bagno Peppino – Milano Marittima) e Walter Meoni (Bagno Bicio Papao – Milano Marittima).

Il nuovo Presidente Sib Confcommercio Cervia Gino Guidi ha dichiarato: "Sono certo della collaborazione di tutti gli associati, ci impegneremo per raggiungere obiettivi comuni. Insieme al consiglio intendiamo mettere in programma idee da concretizzare, che apportino beneficio a tutta la comunità. Colgo l’occasione per ringraziare l’amministrazione comunale e la regione Emilia Romagna per il lavoro svolto nel prolungamento delle concessioni balneari nonché per tutti i progetti realizzati sino ad oggi. Auspico una collaborazione con gli altri sindacati dei balneari e con la cooperativa bagnini di Cervia. Infine, voglio ringraziare Ambra Ortali per il lavoro svolto durante il precedente mandato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento