menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hub portuale, il presidente Rossi torna al timone: "Bando a fine novembre"

Dopo l'annullamento della sospensione dei vertici dell'Autorità portuale ravennate, il presidente Daniele Rossi è tornato alla sua scrivania e si trova ora a dover riprendere in mano il progetto

Slittano ancora, anche se di poco, le tempistiche relative all'hub portuale. A inizio ottobre il commissario Paolo Ferrecchi aveva annunciato "entro fine ottobre ci concentreremo per chiudere il bando, poi saranno necessari i tempi tecnici dopo la pubblicazione per arrivare all'aggiudicazione del bando che inevitabilmente sarà nel 2020". Ma dopo l'annullamento della sospensione dei vertici dell'Autorità portuale ravennate da parte del Trbiunale della Libertà di Bologna, avvenuta lunedì, il presidente Daniele Rossi è tornato alla sua scrivania e si trova ora a dover riprendere in mano il progetto.

Rossi ha infatti annunciato, durante un incontro con il Consiglio Direttivo del Propeller Club, che il bando dovrebbe uscire non prima di fine novembre, dal momento che non c'è la possibilità di attivare la manutenzione ordinaria prima dello svuotamento della cassa di colmata Nadep e, quindi, dell’avvio del progetto Hub. Come riporta il sito PortoRavennaNews, l'impossibilità attuale di attivare la manutenzione ordinaria - a causa della caratterizzazione dei fondali - preoccupa molto il mondo portuale, ma al momento non ci sarebbe nulla da fare. L'importanza di questa operazione era stata segnalata già durante l'incontro col commissario Ferrecchi da Tomaso Tarozzi, vicepresidente di Confindustria Romagna, che aveva spiegato come "La priorità delle priorità è la manutenzione e ripristinare il pescaggio standard, da cui dipende la vita o la morte del porto".

Rossi si è soffermato poi sul tema della Berkan B, sottolineando come la questione a suo dire non avrebbe dovuto bloccare un ente importante come l'Autorità portuale. Per quanto riguarda le crociere, infine, ha spiegato come l'escavo dei fondali sià più semplice per il Terminal di Porto Corsini, perchè il materiale potrebbe essere di categoria A e quindi, potrebbe essere portato a mare (mentre in tutto il resto del porto è di categoria B).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento