menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il lughese Stefano Pucci nuovo coordinatore del Tavolo provinciale dell’imprenditoria

"Speriamo che nel 2021 si attenui l’emergenza sanitaria, in modo da poterci concentrare sui temi della crescita del territorio e della ripresa economica" afferma Pucci che sostituisce Mauro Mambelli

Dal 26 gennaio l’imprenditore lughese Stefano Pucci è il nuovo coordinatore del Tavolo provinciale dell’imprenditoria di Ravenna. Pucci, vicepresidente della delegazione ravennate di Confindustria Romagna e presidente dell’omonima azienda alimentare, raccoglie il testimone da Mauro Mambelli, presidente di Confcommercio provincia di Ravenna.

Il Tavolo è nato nel 2009 come sede di confronto e sintesi dell’imprenditoria ravennate e per lo sviluppo economico del territorio, su iniziativa di tutte le Associazioni di rappresentanza della provincia: Agci, Cia Romagna, Cna, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative Romagna, Confesercenti, Confimi Industria Romagna, Confindustria Romagna, Copagri e Legacoop Romagna. Essendo un organismo di coordinamento tra Associazioni e di interfaccia tra il mondo imprenditoriale e le istituzioni, sin dal momento della sua costituzione si è stabilito che la carica di coordinatore e quella di vicecoordinatore vengano affidate a rotazione annuale ai settori delle varie Organizzazione aderenti. 

Mauro Mambelli, dopo aver ringraziato tutte le Associazioni per la costante e proficua collaborazione, in particolare in questo anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria, ha ripercorso alcuni momenti salienti che hanno caratterizzato i lavori del Tavolo, come ad esempio, gli incontri avvenuti in occasione delle elezioni regionali del 26 gennaio 2020 con il Ministro Gualtieri, i vertici di +Europa, il vicesegretario della Lega Giorgetti, il coordinatore nazionale di Italia Viva Ettore Rosato, oltre ai candidati regionali; gli incontri con la Prefettura, la Provincia e la Camera di Commercio sull’emergenza sanitaria e lo stato dell’economia ravennate.

E poi la partecipazione ai Gruppi di lavoro provinciali per l’emergenza Covid-19; i vari documenti e lettere al Governo a sostegno delle imprese; quelli per il nuovo Regolamento di Polizia Urbana di Ravenna; le prese di posizione a favore dell’offshore con la richiesta di un tavolo di crisi;  le lettere ai sindaci con la richiesta di riduzione del costo della Tari per le imprese; il sostegno alla CCIAA ravennate per la risoluzione della situazione di incertezza; la definizione del Protocollo d’intesa per la qualità e la trasparenza degli appalti pubblici; l’interlocuzione con i Comuni della provincia sulle misure di sostegno alle piccole e medie imprese attraverso il sistema dei Confidi, per citare le principali azioni.

“Ringrazio il presidente Mambelli per l’impegno e l’energia con cui ha guidato il Tavolo in un anno di difficoltà e incognite senza precedenti, da cui peraltro non siamo ancora usciti – afferma Stefano Pucci - Speriamo che nel 2021 si attenui l’emergenza sanitaria, in modo da poterci concentrare sui temi della crescita del territorio e della ripresa economica. Penso per esempio alle incognite ancora aperte sul fronte energetico, o alla questione camerale che sta per entrare nella sua fase conclusiva: su queste e su tutte le altre istanze imprenditoriali il Tavolo continuerà a tenere alta la propria attenzione e far sentire la propria voce”.

Gli auguri dei sindaci dell'Unione della Bassa Romagna

I sindaci dell'Unione della Bassa Romagna augurano buon lavoro al lughese nuovo coordinatore del Tavolo provinciale dell’imprenditoria di Ravenna. "Siamo estremamente soddisfatti per la nomina di Stefano Pucci alla guida del Tavolo - hanno dichiarato la presidente dell'Unione Eleonora Proni e il sindaco Davide Ranalli, delegato allo Sviluppo economico -. Pucci rappresenta un'eccellenza economica della Bassa Romagna e siamo certi che le sue capacità manageriali saranno di grande utilità a tutti gli attori del Tavolo. A nome di tutti i sindaci e amministratori della Bassa Romagna, gli rivolgiamo i nostri migliori auguri di buon lavoro, certi di continuare a operare in un clima di reciproca e proficua collaborazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento