menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Il mercato libero dell’energia: opportunità e problemi per i consumatori'

La Federconsumatori di Ravenna e la Cgil organizzano l’incontro “Il mercato libero dell’energia: opportunità e problemi per i consumatori”

La Federconsumatori di Ravenna e la Cgil organizzano l’incontro “Il mercato libero dell’energia: opportunità e problemi per i consumatori” che si svolgerà venerdì 22 novembre alle 16,30 a Ravenna, nella sala D'Attorre in via Ponte Marino. Dopo l'introduzione di Vincenzo Fuschini, presidente di Federconsumatori Ravenna, illustreranno il punto di vista dei gestori i rappresentanti di due importanti aziende operanti sul territorio: Michele Pizzolato, di Eni gas e luce, e Marco Santandrea, di Hera Comm. Concluderanno l'iniziativa Costantino Ricci, segretario della Cgil di Ravenna, e il presidente nazionale di Federconsumatori, Emilio Viafora, che per la prima volta interverrà in un dibattito pubblico a Ravenna.

"Dal 1 luglio 2020 cesserà di operare il mercato di maggior tutela dell'energia elettrica e del gas - spiegano gli organizzatori - Verrà meno il sistema di definizione delle tariffe energetiche da parte dell'Autorità Garante Arera, subentrerà il cosiddetto “libero mercato” che sarà affidato alle offerte dei gestori. Molti clienti si sono già orientati nella scelta dei gestori di libero mercato, ma moltissimi non hanno ancora scelto il nuovo gestore; i consumatori che si rivolgono ai nostri uffici, tuttavia, esprimono le medesime preoccupazioni. La mancanza di un prezzo di riferimento fissato da un'autorità rende difficile scegliere la tariffa più conveniente. Gli operatori di libero mercato sono più di 500 e spesso propongono le loro offerte ai clienti per mezzo di telefonate insistenti, dalle quali il cliente non può comprendere il reale contenuto dell'offerta proposta. E' difficile rendersi conto delle possibilità di risparmio che il libero mercato offre ai consumatori. È quindi lecito chiedersi, dal momento che il libero mercato già esiste, perché debba essere abolito il mercato di maggior tutela che ha rappresentato finora un riferimento certo per consumatori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento