menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianto di CO2 fuori dal Recovery fund, Liverani (Lega): "Occasione persa"

"Eppure Conte aveva annunciato che quello di Ravenna sarebbe stato l’hub per la cattura e lo stoccaggio di CO2 “più grande di tutta Europa” e lo stesso Bonaccini aveva condiviso l’idea progettuale"

“Un’occasione persa. Nonostante i proclami del premier Conte e del governatore Bonaccini, l’impianto della CO2 di Ravenna è stato improvvisamente e incomprensibilmente eliminato dall’elenco dei progetti finanziabili attraverso il Recovery Fund. Un cambio di rotta che non comprendiamo e che fa sfumare opportunità per il nostro territorio”. Così il consigliere regionale della Lega Andrea Liverani che, dopo il “taglio” previsto dal Consiglio dei ministri ha annunciato di essere pronto a depositare un’interrogazione per chiedere conto alla Giunta regionale dell’improvviso retrofront.

“Ci preme comprendere come mai il progetto dell’Eni, che sarebbe una leva importante per mettere a frutto la professionalità delle nostre imprese e andrebbe incontro alle politiche energetiche sbandierate dal Governo, sia stato depennato dall’elenco. Eppure Conte aveva annunciato che quello di Ravenna sarebbe stato l’hub per la cattura e lo stoccaggio di CO2 “più grande di tutta Europa” e lo stesso Bonaccini aveva condiviso l’idea progettuale. Com’è possibile che il governo ora cambi improvvisamente le carte in tavola? - prosegue l’esponente del Carroccio - Viene da chiedersi come abbia operato lo stesso Pd regionale visto che i colleghi di partito, a Roma, hanno cancellato l’opera da quelle considerate prioritarie” ha punto Liverani sottolineando come un rinvio condanni l’Emilia-Romagna e l’Italia intera “a rimanere indietro rispetto agli altri Paesi europei”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento