rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Imprese e riduzione dei consumi energetici al centro di un seminario

“L’intento del progetto - commenta Giovanni Mazzini, vicepresidente Confcommercio Imprese per l’Italia Ravenna - è quello di sostenere gli sforzi degli imprenditori interessati a migliorare la sostenibilità aziendale e ad innalzare il profilo qualitativo delle produzioni

Un incontro dedicato alle imprese della provincia di Ravenna per lo sviluppo di comportamenti sostenibili e innovativi e sulla riduzione dei consumi energetici e di risorse naturali è quello organizzato da Confcommercio Ravenna e da Iscom ER Ravenna in occasione del Seminario  “Riduzione dell’impatto ambientale:  innovazione organizzativa nell’impresa di servizi”, svoltosi venerdì nella Sala Bini Confcommercio Imprese per l’Italia Ravenna. La crisi economica odierna rafforza la consapevolezza dell’urgenza di un cambiamento del modello di sviluppo. Le difficoltà economiche ed occupazionali, possono imputarsi anche ad una crisi del precedente modello produttivo, che richiede la necessità di una crescita più sostenibile. Le imprese possono trovare nella sostenibilità ambientale un forte impulso per migliorare la propria competitività.

Il Seminario è parte del ben più ampio  progetto, realizzato da Iscom Emilia Romagna – Ente Regionale di Formazione di Confcommercio Emilia Romagna – con il coinvolgimento del Sistema della formazione Iscom su tutto il territorio regionale che prevede 106 seminari, 123 corsi di formazione e 373 interventi di consulenza specializzata alle imprese, raggiungendo oltre 2.000 fra imprenditori e lavoratori, e si colloca all’interno delle attività finanziate dal Fondo Sociale Europeo 2014 – 2020, per un valore pari ad 1 milione di euro. Tre i drivers su cui opererà il progetto, alla luce dei mutamenti in atto sui mercati: Digitalizzazione delle imprese, Internazionalizzazione e  Sviluppo sostenibile.

Perché un’immagine green conviene alle imprese? Quali semplici azioni è possibile intraprendere per promuovere la propria immagine attraverso comportamenti sostenibili? Questi i punti chiave su cui hanno disquisito i relatori Paolo Fabbri(Punto 3)  Elena Circassia (dBAbitat Srl e consulente CAT Confcommercio Ravenna)  Simona Biondi (Consulente freelance Marketing e Comunicazione) Ciro Costa (Presidente ASC Ravenna)  Stefano Grandi (Presidente Domus Nova SPA).

“Raccogliendo la sfida lanciata dalla Regione con il Bando Fse Innovazione e Sviluppo - spiega Andrea Babbi, direttore di Iscom Emilia Romagna - abbiamo unito azioni formative, momenti seminariali di approfondimento tematico, ed anche servizi di consulenza personalizzata alle imprese, per valorizzare al meglio le nuove competenze all’interno delle singole realtà aziendali. Si tratta di un progetto che si sviluppa su tutto il territorio regionale, coinvolgendo il nostro sistema associativo e attivando in particolare la rete della formazione Iscom con tutte le sedi locali".

"Il primo seminario di oggi a Ravenna ha l’obiettivo di offrire alle aziende un percorso di potenziamento dei processi produttivi incentrato sulla sostenibilità ambientale e sulla riduzione dei consumi energetici e di risorse naturali - prosegue Babbi -. Si tratta di un percorso che necessita di  iniziative di supporto in grado di far superare alle imprese la mancanza di mezzi tecnici, finanziari e culturali necessari a muoversi in questa direzione e conseguire un continuo aumento del livello di qualità dell’offerta. Occorre sviluppare le competenze necessarie ad assicurare alle aziende un vantaggio competitivo, acquisendole attraverso corsi di formazione che vadano ad integrare le mansioni di figure professionali presenti in azienda”.

“L’intento del progetto - commenta Giovanni Mazzini, vicepresidente Confcommercio Imprese per l’Italia Ravenna - è quello di sostenere gli sforzi degli imprenditori interessati a migliorare la sostenibilità aziendale e ad innalzare il profilo qualitativo delle produzioni. Attraverso le attività innovative di carattere ambientale, le aziende hanno la possibilità, oltre che di contribuire alla riduzione del dell’inquinamento globale, di raggiungere obiettivi economico-strategici riducendo i costi di produzione attraverso processi produttivi a maggior eco-efficienza, risultando così più competitivi sul mercato e migliorando la propria immagine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese e riduzione dei consumi energetici al centro di un seminario

RavennaToday è in caricamento