rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia

In Camera di Commercio un incontro dedicato alla Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina

Prosegue il progetto Quattro Erre destinato alle aziende emiliano romagnole interessate a intraprendere percorsi di internazionalizzazione in Albania o nella Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina

Prosegue il progetto Quattro Erre destinato alle aziende emiliano romagnole interessate a intraprendere percorsi di internazionalizzazione in Albania o nella Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina. Martedì mattina si è tenuto infatti alla Camera di Commercio di Ravenna il secondo dei due incontri sui singoli Paesi, dedicato questa volta alla Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina. In questa occasione era presente una delegazione composta da rappresentanti qualificati dei settori coinvolti che hanno illustrato opportunità del mercato e progetti concreti prioritari per il Paese nel settore energetico e ambientale, in linea con le strategie di sviluppo che il Governo locale ha definito in previsione della futura integrazione della Repubblica Srpska Bosnia-Erzegovina nell’Unione Europea.

In particolare sono intervenuti  Srebrenka Golic, ministra della Pianificazione, delle Costruzioni e dell’Ecologia che ha fornito una panoramica del settore Ambiente e delle opportunità per le imprese; Srdjan Todorovic, direttore del Fondo Protezione, Ambiente e Risparmio energetico che ha illustrato le esigenze di risparmio energetico e depurazione delle acque; e Dragan Bogdanic, ministro della Salute e della Previdenza sociale che ha parlato di efficienza energetica nel settore sanitario. L’incontro si è svolto in forma di tavola rotonda in cui le singole aziende hanno avuto l’opportunità di presentare la propria attività e confrontarsi direttamente con la delegazione.

Infine il sindaco De Pascale ha ricevuto in municipio una delegazione della Repubblica Srpska. L’incontro ha avuto luogo in occasione della firma tra Dragan Bogdanic, ministro della Salute e previdenza sociale della Repubblica Srpska e il presidente della Camera di commercio Italo-Bosniaca, Riccardo Caroli, del “Memorandum di cooperazione” al fine di migliorare la cooperazione nel campo della salute e della previdenza sociale. Alla firma erano presenti anche il presidente della Camera di commercio di Ravenna, Natalino Gigante, e la vice premier e ministra della Pianificazione territoriale, delle costruzioni e dell’ambiente, Srebrenka Golic.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Camera di Commercio un incontro dedicato alla Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina

RavennaToday è in caricamento