Il sottosegretario Giorgetti inaugura l'Omc e torna sul caso trivelle: "Porterò a Roma i suggerimenti raccolti"

Ravenna per l'inaugurazione dell'Omc, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha sottolineato la perplessita' del partito sul provvedimento di blocco delle estrazioni tanto criticato in citta'

Foto di Massimo Argnani

"La posizione della Lega e' nota". A Ravenna per l'inaugurazione dell'Omc, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha sottolineato la perplessita' del partito sul provvedimento di blocco delle estrazioni tanto criticato in citta', ed ha sottolineato di essere "qui per imparare, per capire. Ci si deve misurare con la realta' e con i problemi e per accogliere anche qualche utile suggerimento da portare al tavolo. Po i- aggiunge - chiaramente lo sappiamo tutti che ci sono diverse sensibilita' all'interno del Governo".

Giorgetti mercoledì mattina ha incontrato i sindacati, oltre che gli imprenditori e rimarcato che "e' giusto fare una riflessione. Non si esclude mai niente, una riflessione, tornare sul tema, credo sia doveroso". Per quanto riguarda gli esponenti del Movimento 5 Stelle, prosegue, "anche loro credo si misureranno con i problemi dei lavoratori e delle imprese. Il ragionamento e la discussione - ha chiosato - portano sempre a qualche soluzione, il metodo di lavoro giusto anche in questo caso".

In apertura dell'Omc, ha evidenziato come siano "arrivate proposte e suggerimenti che cerchero', e' l'impegno che posso prendermi, di portare ai tavoli decisionali". Quindi ha messo in luce che "serve un approccio di buon senso e di equilibrio in un settore che fa riferimento alla sovranita' di un Paese". E i bene informati dicono che sia gia' pronto l'emendamento contro il blocco, proprio sulla base del documento ricevuto dagli operatori. Si tratta, ha proseguito Giorgetti, di "decisioni politiche a tutto tondo". Dalla vista a Ravenna "ho tratto indicazioni utili, ho imparato qualcosa e occorre superare i pregiudizi". Perche' "conoscendo le realta' produttive si capisce il mondo complesso che merita di essere conosciuto".

L'Italia, ha aggiunto, ha un ruolo di "primaria importanza" per la sua collocazione geografica e puo' proporsi come "hub del gas per l'Europa mediterranea". Il Mediterraneo, infatti, e' "tornato centrale e l'Italia vi acquista un ruolo geopolitico da coltivare e gestire". Dunque, ha auspicato che non vanno fermate le infrastrutture di trasporto del gas, "troppo spesso c'e' il rischio che scelte fondamentali per il Paese siano condizionate da pregiudizi".

Inoltre "e' evidente che il distretto di Ravenna e' di particolare rilievo per l'Italia e per il Mediterraneo, un punto di eccellenza mondiale, un distretto che la Lega intende tutelare e stimolare", anche perche', ha proseguito, "con investimenti rallentati nessuna attivita' economica puo' prosperare". Insomma il decreto Semplificazioni deve abbracciare la salvaguardia ambientale "senza inficiare settori strategici". Le politiche energetiche si giocano tra riduzione della dipendenza dall'estero e abbattimento delle emissioni e da questo punto di vista "il gas ha un ruolo determinante". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento