Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

La Bcc Romagna occidentale approva il bilancio 2020

Proprio nel 2020 la Bcc ha ampliato il suo radicamento al servizio delle comunità locali aprendo la nuova filiale di Lugo di Romagna

L’assemblea dei soci, svoltasi con le modalità previste dalle normative anti-covid, ha approvato il bilancio 2020 della Banca di Credito Cooperativo della Romagna Occidentale, operante nel territorio compreso fra la Vallata del Senio e quella del Sillaro. Proprio nel 2020 la Bcc ha ampliato il suo radicamento al servizio delle comunità locali aprendo la nuova filiale di Lugo di Romagna.

Durante l’anno più complicato del Dopoguerra la Bcc della Romagna Occidentale ha registrato un aumento della fiducia dei risparmiatori e ha offerto sostegno a imprese e famiglie. Ammontano infatti a circa 370 milioni le richieste di affidamento intese quali concessioni di moratorie, conferma di fidi già in essere e nuovi affidamenti, pervenute dalla clientela nel 2020. A ciò si sommano le erogazioni a favore del sistema sanitario (Usca e Aziende sanitarie di Imola e Faenza) e scolastico (acquisto di sistemi di rilevazione in movimento delle temperature corporee).

“Nell’anno del distanziamento - dice il presidente Luigi Cimatti - abbiamo dato prova di vicinanza alle nostre comunità nel rispetto di quei valori di cui siamo espressione che distinguono una buona banca locale. Mentre altri chiudevano sportelli e alzavano muri davanti alle richieste di aiuto, noi abbiamo offerto accoglienza e disponibilità, facendo del nostro meglio. Voglio ringraziare le donne e gli uomini delle nostre sedi che si sono fortemente impegnati confermando la nostra Bcc come un punto di riferimento su cui contare. Noi tutti sentiamo forte il senso di appartenenza a queste comunità e vogliamo continuare a rafforzare la nostra Banca affinché possa sempre essere un approdo sicuro per la nostra gente, nel nostro tempo e nel tempo futuro”.

Tornando ai numeri, va rilevato un incremento della massa amministrata pari a circa 93 milioni di euro. Questa la fotografia del risultato economico: CET 1 (indice di solidità della Banca) pari allo 16,07%; impieghi netti verso la clientela +5%; raccolta complessiva, diretta e indiretta +10%; utile netto 1,33 milioni di euro; patrimonio netto +3%.

“Nell’anno dell’accentuazione dei tassi negativi di interesse interbancari e dei rendimenti negativi dei titoli di Stato abbiamo ottenuto un ottimo risultato - commenta il direttore generale Andrea Conti -, frutto del rapporto fiduciario con soci e clienti, dei nuovi prodotti messi in campo e della buona qualità del credito, nonché della particolare congiuntura. Abbiamo ridotto le sofferenze, alleggerendo il credito deteriorato, abbiamo aperto una nuova filiale e dato risposte efficaci grazie alla professionalità dei nostri collaboratori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bcc Romagna occidentale approva il bilancio 2020

RavennaToday è in caricamento