rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

"La casa del III Millennio": un'opportunità per il settore del mobile e l'arredo

Cna Romagna Estero, il progetto per l’Internazionalizzazione di Cna Ravenna e Cna Forlì-Cesena, ha organizzato un incoming di operatori provenienti da Ucraina, Kazakistan e Bielorussia in Emilia-Romagna

Cna Romagna Estero, il progetto per l’Internazionalizzazione di Cna Ravenna e Cna Forlì-Cesena, ha organizzato un incoming di operatori provenienti da Ucraina, Kazakistan e Bielorussia in Emilia-Romagna. All’interno dell’Accordo di Settore stipulato tra Ministero dello Sviluppo Economico, Ice e Cna è stata, infatti, definita l’intesa operativa per la realizzazione di una serie di azioni rivolte al mercato delle ex Repubbliche Sovietiche nell’ambito del progetto “La Casa del III Millennio” curato da Ice e Cna.

Le varie iniziative previste dal progetto includono un incoming a Ravenna di operatori provenienti da Ucraina, Kazakistan e Bielorussia in Emilia-Romagna (giovedì) e una serie di visite aziendali in Romagna (venerdì) con gli operatori esteri dei settori Mobile/Arredo, Complementi e Accessori, Contract e retail di alta gamma. Un’opportunità davvero interessante per le imprese locali, se si pensa che la Russia rappresenta un mercato potenziale strategico: secondo i dati delle Dogane Russe nell’export verso la Russia, l’Italia si piazza oggi ad un prestigioso secondo posto, dietro la Cina, con quote che hanno superato 140 milioni di euro solo tra gennaio e maggio 2013, pari a una quota di mercato dell’11,84%.

“Per le loro case – spiega Alessandro Battaglia, responsabile Internazionalizzazione della Cna di Ravenna – i russi acquistano i mobili prevalentemente all’estero, e il made in Italy risulta particolarmente apprezzato. Gli spazi di maggior valore per i nostri prodotti restano concentrati nell’arredamento di gamma medio-alta, ma c’è anche uno spazio interessante per la sperimentazione e la novità nell’arredamento delle ville e delle case di campagna del ceto più abbiente.”

Massimo Mazzavillani, direttore della Cna di Ravenna, evidenzia che "la crisi ha cambiato i mercati e i paradigmi competitivi, per questo è sempre più strategico per le imprese l’approccio ai mercati internazionali, anche perché la domanda interna si contrae sempre più. La Cna di Ravenna è in prima fila per sostenerle in questo percorso, grazie agli esperti professionisti del suo Sistema, oltre alla sinergia tra le diverse Cna provinciali. Le imprese oggi devono puntare a sperimentare nuove strategie, collaborare in una logica di filiera e di cluster. Molto soddisfatti della collaborazione avviata con l’Ice-Agenzia, confidiamo che questo ambizioso progetto possa concretizzarsi in reali opportunità di business e di crescita per le imprese del settore”.

Tra le numerose imprese che hanno aderito all’iniziativa, ben sei operano nella provincia di Ravenna: ARTIGIANA LEGNO, Russi (produzione e montaggio arredi su misura); EUROTECNO, Faenza (produzione di staffe a soffitto elettrificate); FALEGNAMERIA ARTIGIANA PLAZZI, Russi (arredamento su misura, porte e finestre ad altro risparmio energetico); FBP, Cervia (porte in legno su misura); F.LLI GASPERONI, Cervia (produzione di arredamento per interno su misura, arredo commerciale, arredo ristoranti, hotels, bar); FOS CERAMICHE, Faenza (creazione oggetti e manufatti in porcellana).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La casa del III Millennio": un'opportunità per il settore del mobile e l'arredo

RavennaToday è in caricamento