La Cassa di Ravenna approva i bilanci: utile di oltre 11 milioni di euro

Il consiglio di amministrazione della Cassa di Ravenna Spa ha approvato i bilanci del primo semestre 2019

Il consiglio di amministrazione della Cassa di Ravenna Spa, capogruppo dell’omonimo privato e indipendente gruppo bancario presieduto da Antonio Patuelli, ha approvato i bilanci del primo semestre 2019 presentati dal Direttore Generale Nicola Sbrizzi. La Cassa ha raggiunto importanti risultati economici e offerto ulteriori prodotti e servizi per la clientela.

L’utile netto della Cassa di Ravenna Spa, dopo le necessarie rettifiche e i più che prudenziali accantonamenti, è di 11,390 milioni di euro (+2,42% rispetto al già positivo bilancio al 30 giugno 2018). Pure positivi sono gli indicatori patrimoniali di Cassa Ravenna: il CET 1 ratio individuale al 30 giugno 2019 è del 15,45%, mentre il Total Capital Ratio è del 18,47%. Il margine di interesse della Cassa è aumentato del 3,98%, le commissioni nette sono cresciute dello 20,5%, il margine di intermediazione è aumentato del 9,43%, le rettifiche, sempre prudenti, per deterioramento dei crediti sono incrementate del 45,40%. La raccolta diretta da clientela della Cassa è di 3.651 milioni di euro (+11,59%), la raccolta indiretta è di 4.898 milioni di euro (+2,98%) di cui il risparmio gestito (comprensivo dei prodotti finanziario-assicurativi) ha raggiunto i 2.435 milioni di euro (+2,91%). La raccolta complessiva da sola clientela ha superato gli 8.550 milioni di euro (+6,49%). Gli impieghi economici a clientela raggiungono i 2.980 milioni di euro (+0,99%). Le sofferenze nette sono di 95,23 milioni di euro (2,69% del totale degli impieghi netti), in calo dell’11,08% rispetto ad un anno fa.

Al 30 giugno 2019 i conti correnti in essere presso la Cassa sono aumentati del 3,18%. In miglioramento pure il bilancio semestrale consolidato 2019 del Gruppo Cassa, dedotti i dividendi distribuiti infragruppo, con un utile di 5,984 milioni di euro, superiore del 27,4% rispetto al primo semestre del 2018, nonostante anche i costi obbligatori straordinari per salvataggi di banche concorrenti. SV1600 I coefficienti patrimoniali di Vigilanza consolidati al 30 giugno 2019 confermano l’elevata patrimonializzazione del Gruppo, con valori ampiamente superiori alle soglie minime richieste: il CET 1 Ratio di Gruppo è pari all’11,04% (ampiamente superiore alla soglia del 7,53% assegnata dall’Autorità di Vigilanza al Gruppo Cassa nel periodico processo di valutazione prudenziale SREP) e con il Total Capital Ratio di Gruppo pari al 14,54%, rispetto all’11,45% richiesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento