menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cassa di Risparmio è la più antica impresa della città

la Cassa, che ha iniziato la propria attività l'1 marzo 1840, è entrata a far parte del registro delle imprese storiche d'Italia. Il sindaco: "Un giusto riconoscimento"

Questa mattina nella sede della Camera di commercio la Cassa di Risparmio di Ravenna è stata premiata come impresa più antica della città; nell’anno del 150° anniversario dell’unità d’Italia la Cassa, che ha iniziato la propria attività l’1 marzo 1840, è entrata a far parte del registro delle imprese storiche d’Italia. Il sindaco Fabrizio Matteucci e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi dicono al presidente del gruppo bancario Antonio Patuelli: “E’ un giusto riconoscimento quello assegnato alla Cassa e motivo d’orgoglio per la nostra città”.

E ancora: “Fu proprio il conte Giuseppe Pasolini Dall’Onda, storico patriota ravennate e presidente della Cassa nel 1845, a consegnare in qualità di gonfaloniere del Comune, la prima cittadinanza onoraria di Ravenna a Giuseppe Garibaldi nel 1856. La storia della Cassa è un tutt’uno con la storia patriottica e democratica dei ravennati e il gruppo, attraverso la Fondazione Cassa di Risparmio, sostiene innumerevoli attività sociali, culturali e nel campo dell’istruzione, a vantaggio di tutta la comunità ravennate. Per questo suo ruolo insostituibile e per la solidità del gruppo, il riconoscimento rende onore al passato e al presente di questo istituto di credito ed è di buon auspicio per il futuro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento