Economia

La Guardia di Finanza "fa squadra" con il Porto per controllare le merci

Il sistema, grazie ad una innovativa “sala controllo” a disposizione della Guardia di Finanza, consente, tramite scannerizzazione dei documenti, di vigilare sulle merci in entrata ed in uscita in modo automatizzato

Nel Porto di Ravenna, presso il Terminal Container Ravenna, è in funzione un moderno sistema che consente il controllo delle merci in entrata ed in uscita. Questo sistema, frutto dell’impegno e della collaborazione tra Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane e operatori del Terminal Container Ravenna, permette lo svolgimento delle procedure di controllo in maniera più snella, con tempi più rapidi e con una maggiore sicurezza nelle attività di movimentazione di mezzi e containers.

Il sistema, grazie ad una innovativa “sala controllo” a disposizione della Guardia di Finanza, consente, tramite scannerizzazione dei documenti, di vigilare sulle merci in entrata ed in uscita in modo automatizzato. Attraverso l’immediata visualizzazione del documento inserito dal conducente nello scanner ed i controlli in remoto tramite telecamere, la Guardia di Finanza in servizio presso la “sala controllo” può rapidamente verificare la regolarità dei documenti e dei mezzi e, se necessario, svolgere ulteriori approfondimenti.

Giovedì mattina il Generale di Divisione Giuseppe Gerli, Comandante Regionale dell’Emilia Romagna della Guardia di Finanza ha assistito - insieme al Colonnello Andrea Fiducia, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna, che lo accompagnava, al Presidente dell’Autorità Portuale Daniele Rossi, al Segretario Generale Paolo Ferrandino ed al Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Ravenna Giovanni Mario Ferente - al funzionamento di questo innovativo sistema di controllo e, in occasione della sua visita, ha incontrato il Presidente di Sapir Riccardo Sabadini ed il Presidente di Terminal Container Ravenna Giannantonio Mingozzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Guardia di Finanza "fa squadra" con il Porto per controllare le merci

RavennaToday è in caricamento