La Regione evita il blocco dei diesel Euro4, Confesercenti: "Decisione giusta"

Dal prossimo 1 ottobre, infatti, tornano le misure per limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti. Obiettivo dei provvedimenti è migliorare la qualità dell’aria

E' soddisfatta Confesercenti Emilia Romagna per la decisione assunta dalla Regione di consentire la circolazione dei veicoli diesel euro 4 nel periodo dal 1 ottobre 2019 al 31 marzo 2020, come richiesto più volte da Confesercenti. Dal prossimo 1 ottobre, infatti, tornano le misure per limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti. Obiettivo dei provvedimenti, che coinvolgeranno 30 Comuni dell’Emilia-Romagna, è migliorare la qualità dell’aria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La scelta di evitare il blocco di questi veicoli, prevedendola solo come misura emergenziale - commenta il Presidente di Confesercenti Emilia-Romagna, Dario Domenichini - evita di creare ulteriori difficoltà a un settore come quello del commercio di vicinato che attraversa da tempo un’oggettiva situazione di crisi. Il provvedimento di blocco, inoltre, assunto solo dalla nostra Regione avrebbe creato pochi risultati in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico delle nostre città, ma creato grandi problemi alla mobilità dei cittadini. Accanto a questo provvedimento di proroga del blocco, la Regione ha assunto anche altre disposizioni positive: vediamo con favore l’inserimento di azioni formative e informative per studenti, tecnici e singoli cittadini con l’obiettivo di promuovere nuovi stili di vita all’insegna della mobilità sostenibile e della riduzione delle emissioni che possono favorire la crescita di nuove sensibilità in modo non traumatico. E' comunque necessario trovare soluzioni condivise con tutte le Regioni dell’area padana, per strategie di contrasto all’inquinamento realmente adeguate che non gravino sull’economia dei nostri territori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

Torna su
RavennaToday è in caricamento