Economia

Le gioiellerie reggono la crisi: in sei anni solo otto attività hanno chiuso i battenti

Le attività di gioielleria, oreficeria, del dettaglio e dell’ingrosso hanno retto bene alla crisi che ha colpito quasi tutti i settori della nostra economia

Le attività di gioielleria, oreficeria, del dettaglio e dell’ingrosso hanno retto bene alla crisi che ha colpito quasi tutti i settori della nostra economia. Secondo i dati del Registro Imprese della Camera di Commercio di Ravenna negli ultimi sei anni, nella nostra provincia il saldo tra aperture e chiusura ha segnato un dato negativo complessivo di meno 8 attività. In sostanza dalle 153 attività operanti nel 2010, oggi le gioiellerie e oreficerie sono 145.

Se analizziamo la situazione a livello di Comuni, spicca il dato certamente più negativo rispetto al resto della provincia, di Ravenna: in sei anni si sono perse 9 attività, passando dalle 72 del 2010 alle 63 di oggi. Al contrario è Lugo il Comune che ha visto la più alta crescita di attività, passando da 10 attività del 2010 alle attuali 13.

Per parlare della categoria, Federpreziosi Confcommercio provincia di Ravenna e Federpreziosi Confcommmercio (Federazione Nazionale delle Imprese Orafe Gioielliere Argentiere ed Orologiaie) organizzano lunedì 13, con inizio alle 20.30, presso la Sala Bini di Confcommercio Ravenna, un incontro con gli operatori del settore di tutta la provincia per affrontare le criticità che l'intera filiera del gioiello sta incontrando in sede di prima applicazione del D.lgs. 92 del 2017, relativo alla regolamentazione dei cosiddetti “compro oro”, con riferimento alle norme di prevenzione di reati riferiti al riciclaggio o al finanziamento del terrorismo. L’appuntamento si inserisce nel quadro delle attività di sensibilizzazione che Federpreziosi Confcommercio  ha avviato, sull’intero territorio nazionale, al fine di informare gli operatori sulla problematica applicazione dei nuovi provvedimenti. L'incontro é finalizzato non solo a un confronto costruttivo sui cambiamenti imposti alla categoria e per meglio indirizzarla ad una corretta applicazione della normativa, ma per valutare e approfondire “in diretta” con il coinvolgimento  degli operatori i molti, troppi dubbi che sono sorti per l’applicazione della normativa; dubbi ai quali, in attesa di risposta da parte degli organismi preposti, cercheremo di fornire una risposta. All’incontro saranno presenti il Direttore Nazionale di Federpreziosi Steven Tranquilli e il Presidente provinciale orafi Confcommercio Paolo Ponzi. Saranno presenti, inoltre, i rappresentanti della Questura e della Guardia di Finanza della provincia di Ravenna.

gioiellerie-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le gioiellerie reggono la crisi: in sei anni solo otto attività hanno chiuso i battenti

RavennaToday è in caricamento