Domenica, 21 Luglio 2024
Economia

La Cgil ai sindaci del ravennate: "Mantenere il controllo pubblico di Hera"

La Cgil, si legge in una nota, "crede fermamente nel valore di una forte capacità di controllo, di indirizzo e di gestione di servizi pubblici determinanti per la qualità della vita dei cittadini"

La Cgil di Ravenna ha inviato una lettera a tutti i sindaci della provincia per chiedere loro "di pronunciarsi contro la riduzione della quota di proprietà dei soci pubblici di Hera, destinata a passare dal 51% al 38%". La Cgil, si legge in una nota, "crede fermamente nel valore di una forte capacità di controllo, di indirizzo e di gestione di servizi pubblici determinanti per la qualità della vita dei cittadini". “Questi servizi - commenta il segretario provinciale della Cgil, Costantino Ricci -, proprio per la loro importanza, richiedono anche un’attenzione particolare nella determinazione delle tariffe, in particolare per le fasce più deboli della comunità. La salvaguardia di questi valori è incompatibile con un disimpegno da parte degli enti locali, che darebbe avvio a un irreversibile processo di privatizzazione”.

La Cgil sostiene "che vada rafforzato il ruolo pubblico perché, attraverso il controllo della multiutility, si può contribuire a definire un modello di sviluppo compatibile con l'ambiente e attento alla cura del territorio, nell’ambito del quale garantire la qualità del lavoro in Hera e nel suo indotto, la proprietà delle reti, l’indirizzo su quale servizio idrico, quale gestione del ciclo rifiuti e quali scelte energetiche effettuare".

“La decisione dei Comuni di fronteggiare i tagli ingenti e sbagliati decisi dal Governo con la legge di Stabilità, facendo cassa attraverso la dismissione di importanti quote di partecipazione di Hera, sarebbe grave e miope - dice Ricci - perché impedirebbe definitivamente la possibilità per il nostro sistema territoriale di avere strumenti fondamentali per progettare il proprio futuro. La Cgil chiede quindi che non vengano assunte decisioni unilaterali in tal senso e che vengano attivati tavoli di confronto preventivi con i sindacati, evitando di approvare bilanci al cui finanziamento concorra la vendita delle azioni di Hera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil ai sindaci del ravennate: "Mantenere il controllo pubblico di Hera"
RavennaToday è in caricamento