menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Danni da maltempo, Condifesa: "Senza copertura assicurative imprese a forte rischio"

Il Condifesa della provincia di Ravenna evidenzia la difficile situazione delle trattative con le compagnie assicurative per l’apertura della campagna assicurativa

Il Condifesa della provincia di Ravenna - con operatività sul territorio non solo romagnolo ma anche nazionale - evidenzia la difficile situazione delle trattative con le compagnie assicurative per l’apertura della campagna assicurativa per tutelare gli associati dalle gelate e dalle altre avversità atmosferiche. "Ci risiamo, purtroppo. Come già avvenuto lo scorso anno, ma oramai è una storia che si ripete tutti gli anni, le compagnie assicurative nel momento in cui devono mettere a disposizione le coperture contro le gelate prendono tempo e lasciano le aziende agricole in balia delle bizze del clima - spiega il presidente del Condifesa Stefano Francia - Il 10 gennaio 2019 è stata inviata a tutte le compagnie di assicurazione che operano in questo settore una proposta completa, normativa e tariffaria per dare il via alle coperture assicurative degli associati contro tutte le avversità atmosferiche assicurabili. La strategia delle compagnie ormai è chiara: più si porta avanti nella stagione l’apertura della campagna assicurativa, più si riduce il rischio di pagare eventuali danni alle colture. In più si aggiungono condizioni assicurative penalizzanti (vedi i 12 giorni di carenza contrattuale prima dell’entrata in copertura della garanzia gelo), che limitano in maniera sensibile l’efficacia dello strumento assicurativo".

I prezzi massimi da applicare alle produzioni da assicurare sono in via di definizione e a breve dovrebbero venire decretati dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, completando così l’impianto normativo per il 2019. Il presidente del Condifesa ricorda che l’assicurazione contro le calamità beneficia di un contributo comunitario che copre fino al 70% della spesa che sostiene l’agricoltore: contributo che rischia di essere vanificato per una copertura assicurativa non efficace. "La copertura assicurativa è l’unico strumento di tutela del reddito delle imprese agricole contro le calamità naturali da quando sono stati aboliti gli interventi compensativi pubblici che operavano in maniera tardiva e molto limitata solamente dopo il verificarsi dell’evento calamitoso – sottolinea Francia - Solo negli ultimi due anni ai soci del Condifesa Ravenna sono stati erogati risarcimenti assicurativi, a seguito di eventi atmosferici avversi, pari a 69 milioni di euro; risorse molto importanti che hanno consentito la sopravvivenza delle imprese duramente colpite dalle calamità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento