Venerdì, 6 Agosto 2021
Economia

Marcegaglia, i lavoratori dicono "sì" al contratto integrativo: spaccatura tra i sindacati

"La votazione c’è stata martedì e ha visto anche la spaccatura tra i sindacati: 61% a 38%", rende noto Alessio Lombardi, rappresentante sindacale Uilm Marcegaglia Ravenna

I lavoratori di Marcegaglia Ravenna hanno detto si al nuovo contratto integrativo proposto dall’azienda. "La votazione c’è stata martedì e ha visto anche la spaccatura tra i sindacati: 61 a 38 - rende noto Alessio Lombardi, rappresentante sindacale Uilm Marcegaglia Ravenna -. Questo l’esito, in percentuale, del voto dei lavoratori della Marcegaglia di Ravenna che si sono riuniti per decidere se firmare o meno il nuovo contratto di lavoro aziendale. Ha vinto il si: 435 i voti favorevoli contro 259 contrari. Un referendum frutto della spaccatura tra i sindacati. Da una parte Fiom e Usb, dall’altra Cisl e Uilm e che ha visto prevalere le ragioni di questi ultimi".

"Il nuovo contratto migliorerà la situazione economica dei lavoratori e non andrà assolutamente a lederne i diritti", dichiara Lombardi, spiegando la posizione di Uilm e Cisl in merito al contratto integrativo aziendale che andrà ad integrare quanto stabilito dal contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici. "Ora, a giochi fatti, invito gli avversari Fiom e Usb a riprendere i buoni rapporti, in vista dell’appuntamento della firma del contratto, che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcegaglia, i lavoratori dicono "sì" al contratto integrativo: spaccatura tra i sindacati

RavennaToday è in caricamento