menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marcegaglia scommette su Ravenna, Mingozzi: "Coraggio e coerenza d'impresa"

"E' altrettanto doveroso - continua Mingozzi - ricordare come la continuità nello sviluppo dello stabilimento e di sempre nuove tecnologie ha trovato da 30 anni (e fino all'ultimo) in Steno Marcegaglia un trascinatore formidabile"

Giannantonio Mingozzi, presidente del Terminal Container Ravenna, apprezza i nuovi impegni del gruppo Marcegaglia illustrati venerdì in Municipio, sul fronte degli investimenti che si prevedono, di nuove assunzioni e delle innovazioni aziendali in materia energetica e della sostenibilità ambientale. "Voglio sottolineare anche l'incremento della movimentazione portuale, più navi, camion e vagoni  ai terminal di banchina e ferroviari, più operazioni di imbarco e sbarco e collegamenti sempre più estesi con tutto il mondo grazie ai servizi del porto ed alle dotazioni proprie del gruppo Marcegaglia in via Baiona e sul fronte canale; per questo è più che motivata la soddisfazione del Sindaco e degli imprenditori presenti ieri tra i quali il gruppo Sapir con il presidente Riccardo Sabadini".

"E' altrettanto doveroso - continua Mingozzi - ricordare come la continuità nello sviluppo dello stabilimento e di sempre nuove tecnologie ha trovato da 30 anni (e fino all'ultimo) in Steno Marcegaglia un trascinatore formidabile, capace di "patti chiari" con le istituzioni e reciprocamente corrisposto. Ricordo i tanti incontri con Steno assieme a Mercatali e poi a Matteucci, i suoi apprezzamenti sul rispetto dei tempi di concessione, l'inaugurazione dei nuovi impianti con il gruppo di invitati che guidava illustrando le novità, ben coadiuvato dai figli Emma (giovane presidente di Confindustria) ed Antonio e dall'allora direttore Fiorini, padre di Aldo. Quella bella storia continua oggi a beneficio dell'economia ravennate e dimostra che Ravenna può continuare ad essere città d'impresa e di rispetto per chi investe con passione e coraggio; peccato, conclude Mingozzi, che in altri settori come l'off-shore e l'oil&gas si faccia di tutto per distruggere una tradizione ed una capacità d'impresa riconosciuta in tutto il mondo ma combattuta proprio in Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento