rotate-mobile
Economia

"Basta con i mercati abusivi". Confesercenti contro gli hobbisti

"In questi anni vi è stato un proliferare di mercatini degli hobbisti e di mostre scambio che, di fatto, ha legittimato l'attività di vendita ambulante abusiva"

“In questi anni vi è stato un proliferare di mercatini degli hobbisti e di mostre scambio che, di fatto, ha legittimato l’attività di vendita ambulante abusiva. A questi “mercati” partecipano sistematicamente centinaia di espositori che sono sprovvisti di licenze commerciali e ovviamente senza una posizione fiscale aperta”. La denuncia arriva dal responsabile sindacale provinciale di Confesercenti Ravenna, Antonello Piazza, che scrive una lettera aperta a tutti i sindaci del ravennate.

“Di fatto, utilizzando formule quali “commercianti per un giorno” o “mostra scambio” non si dà solamente l’opportunità ai cittadini di svuotare le proprie cantine, ma purtroppo la mancanza di regole e quindi di conseguenti controlli, fa si che lo svuotare le soffitte di altri diventi una vera e propria professione abusiva. Quella che dovrebbe essere una partecipazione saltuaria, quasi una tantum, è diventata per molti un vero e proprio secondo lavoro. - afferma Piazza - Un secondo lavoro, ribadiamo, svolto in concorrenza sleale con chi invece lo svolge professionalmente con licenza, con iscrizione alla CCIAA e con regolare posizione fiscale.

“Siamo a sollecitare le Amministrazioni Comunali a determinare delle regole per l’autorizzazione di queste manifestazioni che evitino la nascita e il proliferare di queste attività totalmente abusive. Riteniamo che non si possa più accettare uno stato di fatto come quello attuale che non si limita a tollerare, ma addirittura a creare opportunità per svolgere un’attività abusiva. - conclude - Tutto ciò impoverisce le imprese del settore e mette a rischio i mercati veri. In attesa di un vostro cenno di riscontro, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta con i mercati abusivi". Confesercenti contro gli hobbisti

RavennaToday è in caricamento