MPR vince due Special Stars al ventesimo Premio Mediastars

Ad aver colpito la regia è stato il film pubblicitario, realizzato da Mpr per Plef Emilia Romagna, portabandiera della comunicazione realizzata dall'azienda per Expo 2015,che racconta come il mondo delle aziende abbia il compito di cambiare il proprio rapporto con il territorio

Il Premio Tecnico Mediastars, svoltosi sabato nella prestigiosa cornice dell'accademia Naba di Milano ha premiato Mpr con due special stars, per il copywrite e per la regia nella sezione Televisione. Ad aver colpito la regia è stato il film pubblicitario, realizzato da Mpr per Plef Emilia Romagna, portabandiera della comunicazione realizzata dall'azienda per Expo 2015,che racconta come il mondo delle aziende abbia il compito di cambiare il proprio rapporto con il territorio, dando inizio ad una nuova era di sviluppo sostenibile.

“Abbiamo voluto accendere i riflettori sul nostro territorio - racconta Roberto Rondinelli, Ceo di Mpr - valorizzando i panorami dei calanchi, caratteristica distintiva delle vedute della Romagna, accompagnando lo spettatore attraverso la natura locale, che nulla ha da invidiare a paesaggi collinari di più nota fama. Il territorio è protagonista anche nella squadra che ha realizzato il film: colgo l'occasione per complimentarmi con tutto lo staff Mpr, che ha ideato e prodotto lo spot, con Alexander Cimini, vincitore di diversi Global Music Awards e del Colorado Film Festival, per la colonna sonora, Michael Capozzi e Michele Gaudenzi, attori, Franco Costantini, poeta e attore e Matteo Tondini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La scelta di concentrarci sul nostro territorio risponde all'esigenza di comunicare, raccontare, rendere riconoscibile attraverso un panorama naturale emblematico, i Calanchi, il brand Romagna - conclude Rondinelli -. Un potente veicolo visivo delle nostre eccellenze, che consente di ristabilire una connessione tra l'individuo e l'ambiente, specialmente se questo individuo è anche un imprenditore. Il cambiamento parte sempre da vicino, da se stessi, dal rapporto con il proprio territorio e le persone che lo abitano, che ci lavorano, che lo trasformano, in una nuova dimensione di produzione industriale che sia economia ma anche senso. Il senso ritrovato, appunto".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento