A Ravenna la "Nanny School": una scuola di alta formazione per tate

La figura della babysitter è entrata a far parte del quotidiano di molte famiglie

La nanny School arriva anche a Ravenna. Dopo il grande successo ottenuto a Cesena (e le richieste da parte realtà educative del ravennate) la scuola apre una sede nel cuore dell'antica capitale bizantina. Giovedì 22 settembre ore 21 si terrà la presentazione della scuola presso la sede della Compagnia Portuale, via Antico Squero 6, Ravenna​. La figura della babysitter è entrata a far parte del quotidiano di molte famiglie. È una persona importante, poiché ad essa si affida il tesoro più prezioso che ogni madre ha: il proprio figlio. La richiesta è alta ed è quindi un lavoro in cui spesso ci si improvvisa o si accetta nei ritagli di tempo.

Del resto anche da parte delle stesse famiglie la ricerca di questa figura passa attraverso conoscenze e passaparola, affidandosi più alla parola di un'amica, parente, conoscente che non ad una certificata professionalità, che è invece propria della tata. Obiettivo del corso è formare tate che sappiano prendersi cura, in maniera professionale e consapevole, dei bambini a loro affidati: in armonia con la famiglia, tenendo conto delle tappe di sviluppo dei bambini, promuovendo attività ludico-educative mirate e avendo come fine ultimo il benessere del bimbo nel suo ambiente e nella relazione bimbo-tata-famiglia. Ai fini lavorativi il corso dà la possibilità di proporsi alle famiglie come figura professionale qualificata con alle spalle una équipe di supporto, ed è compreso nel corso l'inserimento nel Registro Tate del Kimeya sede Ravenna (collegato a quello di Cesena), a disposizione di chiunque lo necessitasse. Chi si rivolgerà al nostro centro potrà quindi assumere per il lasso di tempo di cui ha bisogno (qualche ora o giornaliero) una tata qualificata, seria e competente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il corso è aperto sia a persone che intendano lavorare come tate, sia a persone che si trovano ad accudire bambini non a fini lavorativi ma in supporto alla famiglia (es. una nonna o una zia) e vogliano farlo con maggior consapevolezza del loro operato.
Il corso, teorico-pratico, si svolgerà in due weekend full immersion in ottobre e toccherà temi e saperi che riguardano la comunicazione, la psicologia, le tappe dello sviluppo del bambino, la puericultura, l'alimentazione, l'animazione ed il primo soccorso. Seguirà una esperienza di tirocinio domiciliare ed un esame finale con colloquio conclusivo. A conclusione del corso è previsto un'esperienza di affiancamento ad una tata Kimeya. A termine dell'intero percorso è previsto un colloquio conclusivo, un esame finale e il rilascio dell'attestato. Il 22 settembre verrà presentato il corso, i suoi docenti, gli argomenti delle singole lezioni, i requisiti di ingresso e quelli per essere inseriti nel Registro Tate del Kimeya.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Carambola sull'Adriatica, dopo il tamponamento lo scontro frontale: grave uno scooterista

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento