menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Offshore, Confindustria: "Riammissione degli emendamenti primo spiraglio"

"La riammissione nel Dl semplificazioni di emendamenti per sbloccare la ricerca e produzione di gas è un primo spiraglio che speriamo possa concretizzarsi in un’inversione di rotta decisa"

"La riammissione nel Dl semplificazioni di emendamenti per sbloccare la ricerca e produzione di gas è un primo spiraglio che speriamo possa concretizzarsi in un’inversione di rotta decisa su tutto il più ampio e urgente tema della transizione energetica". Confindustria Romagna ringrazia i senatori che si sono adoperati per questo risultato e farà il possibile per incoraggiare e rafforzare questa apertura e i benefici che può portare: salvaguardia di un distretto di eccellenza con professionalità riconosciute a livello mondiale, nuove prospettive di crescita e minori importazioni di gas dall’estero, con conseguente calo di costi ambientali e di utenze per famiglie e imprese.

“Questo è il primo passo verso il mix che chiediamo e proponiamo da mesi: le competenze consolidate dell’offshore ravennate affiancate a progetti innovativi sul fronte delle rinnovabili, dallo stoccaggio della CO2 all’hub offshore con eolico, solare e idrogeno. Un’unione di esperienze e nuove tecnologie decisiva anche per riprendersi dopo la crisi sanitaria, che consentirebbe di mantenere i nostri talenti e, in prospettiva, attrarne altri – afferma Tomaso Tarozzi, vicepresidente dell’associazione e presidente della delegazione ravennate - Considerando che non esiste una sola forma di energia e il fabbisogno è sempre più ampio, questa è la strada giusta per realizzare la vera transizione energetica indispensabile per il Paese, e di cui Ravenna può essere capitale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: esiste davvero il giorno più triste dell'anno?

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento