Economia

Offshore, Mingozzi (Tcr): "Anche in Europa perdiamo occasioni per l'oil&gas"

"Dobbiamo riprendere a difendere un comparto essenziale per l'economia e il porto ravennate, pena un tracollo di occupati e di contratti redditizi"

"Sono d'accordo con Franco Nanni, presidente del Roca, l'associazione che riunisce le imprese ravennati dell'offshore: vedere che al Parlamento europeo nessuna forza di governo italiana sente il bisogno di sostenere le imprese del settore energetico, anzi, ci si batte contro i finanziamenti che verranno erogati per realizzare impianti a gas di riconversione ambientale, è deludente e mortificante per Ravenna e l'Italia". E' quanto afferma Giannantonio Mingozzi, presidente di Terminal container Ravenna.

"Incentivare la produzione di gas e aiutare le imprese del settore è indispensabile per costruire la transizione verso fonti rinnovabili - aggiunge Mingozzi - ma opporsi a una corretta produzione energetica anche in Adriatico, lasciando ai Paesi dell'altra sponda risorse in gran parte nostre, è un vero delitto che aggraverà la nostra bilancia dei consumi e ci esporrà sempre più al ricatto dei Paesi produttori. Allora dobbiamo riprendere a difendere un comparto essenziale per l'economia e il porto ravennate, pena un tracollo di occupati e di contratti redditizi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offshore, Mingozzi (Tcr): "Anche in Europa perdiamo occasioni per l'oil&gas"

RavennaToday è in caricamento